Il clamoroso furto ai danni di Gandolfo
Cronaca

Il clamoroso furto ai danni di Gandolfo

Un maxi furto da professionisti e non certo occasionale. Nastro sulle telecamere di sicurezza e sui sensori per neutralizzare il sistema di allarme e impedire anche all'istituto di vigilanza

Un maxi furto da professionisti e non certo occasionale. Nastro sulle telecamere di sicurezza e sui sensori per neutralizzare il sistema di allarme e impedire anche all'istituto di vigilanza privata con cui è collegato di poter intervenire. Così nel fine settimana una banda ben organizzata ha fatto razzia alla ferramenta Gandolfo di via Gerbi, negozio storico e conosciuto di Asti. «Sapevano bene cosa prendere e hanno scelto i pezzi di maggior valore», ci spiega il titolare Mauro Gandolfo, che, dopo aver inserito l'allarme e chiuso il negozio sabato sera, ieri mattina, lunedì, alla riapertura si è trovato davanti ad uno scenario desolante. «Si è trattato di ladri che sapevano il fatto loro: hanno manomesso l'antifurto in modo che non risultasse, a me e alla vigilanza, nulla di anomalo», aggiunge Gandolfo. Devono aver anche avuto un camion all'esterno, su cui caricare il bottino, che può avere un valore di decine di migliaia di euro. Il negozio aveva già subito una "spaccata" sei mesi fa: nella pausa pranzo, tra le 13 e le 13,45, i ladri erano entrati, rubando il fondo cassa e alcune apparecchiature in vendita nella ferramenta.

m.m.t.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo