Incidenti-con-cinghiale-Perizia-Facile
Cronaca
Emergenza cinghiali

Incidenti con cinghiali: una sentenza della Cassazione dice che i danni li deve risarcire la Regione

La Suprema Corte ha stabilito che è la Regione l’ente responsabile in quanto quello tenuto a gestire la fauna selvatica

L’automobilista che ha subito danni alla sua vettura dopo la collisione con un cinghiale e che si chiede chi le pagherà i danni, potrebbe trovare una valida risposta in una recente sentenza della Corte di Cassazione proprio su un caso simile.
La terza sezione civile, nel gennaio del 2020 ha preso una decisione destinata a fare storia, visto che ha rigettato il ricorso della Regione Abruzzo condannata già in due precedenti occasioni a pagare il risarcimento ad un automobilista che aveva subito con la sua vettura una violenta collisione con un cinghiale, per strada.
Aveva chiamato in causa la Regione e sia il giudice di pace che il tribunale dell’Aquila presso la quale la Regione aveva fatto ricorso, gli avevano dato ragione. Così, sempre la Regione, si era rivolta alla Corte di Cassazione sperando che annullasse le precedenti sentenze. Cosa che non è avvenuta. Anzi. La Suprema Corte ha sancito che la responsabilità del risarcimento per danni cagionati dagli animali selvatici appartenenti alle specie protette e che rientrano nel patrimonio indisponibile dello Stato (e il cinghiale lo è n.d.r.) va imputata alla Regione, in quanto è l’ente al quale spetta la funzione di emanare leggi oltre che di amministrare, programmare, coordinare e controllare le attività che riguardano la gestione della fauna selvatica. Anche quando delega ad altri enti o associazioni tali attività. Può, al massimo, rivalersi contro questi ultimi nel caso in cui non siano state attuate le misure che avrebbero dovuto impedire il danno ma in via principale rimane la “titolare” della responsabilità. Una sentenza destinata a diventare popolare, visto il moltiplicarsi di incidenti e di danneggiamenti di vario genere da parte dei cinghiali.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

5 risposte

  1. Spero che la sentenza sia valida anche per cervi ed ungulati vari ,sulle strade del bellunese è all’ ordine del giorno uno o più incidenti con animali selvatici!!

  2. Partendo da questo presupposto chiedo se è possibile richiedere il risarcimento danni anche dopo qualche mese

  3. Buongiorno vale anche se ci sono i cartelli?In tutte le regioni (Lombardia)?

  4. Assolutamente no,devi chiamare i carabinieri nell’immediato che costatano il fatto è forse molto forse ti risarciscino. Io conosco molte persone nel Lazio a cui è successo e non hanno preso niente

Edizione digitale