Inseguimento in corso Dante, arrestatoun estorsore. Caccia al complice
Cronaca

Inseguimento in corso Dante, arrestato
un estorsore. Caccia al complice

Ha avuto fine l’incubo di una giovane donna, vittima di continue richieste di denaro e minacce di morte da parte di un nomade di Asti e di un suo complice. Sandro Bresciani, 39 anni, è stato

Ha avuto fine l’incubo di una giovane donna, vittima di continue richieste di denaro e minacce di morte da parte di un nomade di Asti e di un suo complice. Sandro Bresciani, 39 anni, è stato arrestato nei giorni scorsi dai carabinieri con l’accusa di estorsione continuata, mentre il secondo malvivente è tuttora in corso di identificazione. L’indagine dei militari era scaturita da una denuncia della stessa donna, che aveva deciso di rivolgersi alle forze dell’ordine quando era ormai provata e preoccupata per l’incolumità propria e dei suoi cari.

L’ultimo incontro tra la vittima e i suoi estorsori è stato osservato con discrezione dai carabinieri, i quali hanno poi tentato di bloccare i due uomini quando questi hanno preso ad allontanarsi. Alla vista dei militari, Bresciani e il suo complice si sono dati alla fuga per le vie di Asti. Ne è nato un inseguimento spericolato che fortunatamente non ha causato danni se non alla vettura su cui fuggivano i due estorsori. Abbandonata l’auto in corso Dante, hanno tentato di scappare a piedi in via del Bosco, dove Sandro Bresciani è stato ammanettato, mentre il suo complice è riuscito a far perdere le tracce.

Dopo un controllo al pronto soccorso per assicurarsi che non avesse riportato lesioni, Bresciani è stato trasferito al carcere di Quarto. Gli investigatori, tuttora alla ricerca del complice,  si mostrano ottimisti sulla sua completa identificazione, che potrebbe avvenire nelle prossime ore.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale