Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/la-scuola-e-costruita-sul-crutinbrnessun-rischio-per-i-bambini-56e68cedaa8dd1-nkijqvx6goj11dcrswydtclz1o4epdgv51onlle8aw.jpg" title="La scuola è costruita sul crutin
«Nessun rischio per i bambini»" alt="La scuola è costruita sul crutin«Nessun rischio per i bambini»" loading="lazy" />
Cronaca

La scuola è costruita sul crutin
«Nessun rischio per i bambini»

Il "crutin" di fine ‘800, di proprietà di un cittadino di Cisterna, che si trova nella stessa Via XXV Aprile, sul lato sottostante, le scuole elementari del paese è sicuro oppure no? Un

Il "crutin" di fine ‘800, di proprietà di un cittadino di Cisterna, che si trova nella stessa Via XXV Aprile, sul lato sottostante, le scuole elementari del paese è sicuro oppure no? Un nonno, Antonio Palma, preoccupato per un crollo, avvenuto quest’inverno, di materiale sabbioso dal crutin, aveva già raccolto delle firme dei genitori degli alunni in cui si chiedeva di effettuare una perizia tecnica, poi condivisa e affissa in bacheca dal comune e trasmessa per informazione alla scuola e alle famiglie.

La perizia (datata 23 maggio), effettuata da un ingegnere e geologo, definisce il dislivello tra la calotta e la proprietà comunale maggiore di 5 metri e cita un fenomeno di "sfornellamento" nel mese di gennaio di una parte della calotta per un totale di circa 4-5 mc di materiale sabbioso e prescrive il continuo monitoraggio e opere di consolidamento della calotta per evitare futuri franamenti del crutin.

Che cosa rispondere alle possibili preoccupazioni circa il pericolo per le scuole elementari di Cisterna? Renzo Peletto, il sindaco, commenta: «La perizia parla di mettere in sicurezza il crutin, la scuola non c’entra. Se ci fosse stato motivo mi sarei preoccupato anch’io e molto. Tra l’altro io come uomo e come sindaco ho sempre dato priorità in questi 6 anni, e anche l’amministrazione precedente,  alla sicurezza della scuola, degli edifici, tanto più che si parla di bambini, quindi vorrei tranquillizzare le famiglie e la comunità che se ci sono problemi saranno sistemati.

Il comune si era già mosso mesi fa, contattando geologi e tecnici: dal crutin alla scuola ci sono, in verticale, vari metri e non è stato rilevato alcun rischio per la scuola». Eppure nonno Palma è ancora allarmato: «La paura è che se avviene una perdita d’acqua il tufo cede e può avvenire un cedimento, sarò tranquillo solo quando sarà messo in sicurezza». Mercoledì sera c’è stato un incontro con il sindaco, i tecnici e il proprietario per valutare le possibili soluzioni e intervenire il prima possibile.

Roberta Arias

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Edizione digitale