La Nuova Provincia > Cronaca > Le corriere sono tornate al Movicentro
CronacaAsti -

Le corriere sono tornate al Movicentro

Lunedì mattina si sono aperte le porte dell’area parcheggio del Movicentro in piazza Medaglie d’Oro. Dopo anni la struttura ha iniziato ad accogliere i bus consorziati al Coas e i pullman del

Lunedì mattina si sono aperte le porte dell’area parcheggio del Movicentro in piazza Medaglie d’Oro. Dopo anni la struttura ha iniziato ad accogliere i bus consorziati al Coas e i pullman del trasporto sostitutivo per conto di Trenitalia. Il Movicentro, di proprietà del Comune ma gestito dall’Asp, vuole essere il punto di interscambio tra il trasporto extraurbano e quello cittadino. Ad oggi sembra essere stato risolto il problema sollevato dai sindacati, ovvero la necessità di prevedere un assistente di terra per le manovre. I bus, infatti, per uscire dal Movicentro sono obbligati a fare retromarcia in orari critici dove si segnala la presenza di studenti e pendolari.

Attualmente c’è un agente della polizia municipale che aiuta gli autisti. Altro nodo da sciogliere è quello che riguarda il costo dei pedaggi (1 euro a passaggio) considerato eccessivo da parte degli associati Coas. «Chiederemo di rivedere la tariffa tenendo conto delle modifiche che ci sono state, nel corso del tempo, sull’utilizzo della struttura – commenta Enrico Giachino, presidente Coas – Oggi il Movicentro è usato anche dai bus del trasporto sostitutivo per conto delle ferrovie e chiediamo che i costi siano spalmati tra tutti abbassandone però l’importo».

Articolo precedente
Articolo precedente