L'ispettore capo Iavaronesaluta e va in pensione
Cronaca

L'ispettore capo Iavarone
saluta e va in pensione

Carlo Iavarone ha lasciato la polizia dopo 36 anni di servizio. Ispettore capo presso la Questura di Asti, 54 anni, ha salutato i numerosi amici e colleghi nei giorni scorsi, in occasione di un

Carlo Iavarone ha lasciato la polizia dopo 36 anni di servizio. Ispettore capo presso la Questura di Asti, 54 anni, ha salutato i numerosi amici e colleghi nei giorni scorsi, in occasione di un momento conviviale alla presenza, tra gli altri, del Questore Filippo Di Francesco e di Arnaldo Agresta, capo di gabinetto del Prefetto Pierluigi Faloni. Di origini casertane, arruolatosi a 18 anni in polizia, Iavarone ha lavorato in Piemonte e in Veneto. Prima nel reparto dei "celerini" a Torino, poi, sempre nel capoluogo piemontese, in Questura, con incarichi alle Volanti e alla Digos, per poi passare al Commissariato della Barriera di Milano, la zona più "difficile" di Torino.

Successivamente si è trasferito a Cortina d'Ampezzo, dove è rimasto tre anni prestando servizio alle Volanti e in polizia giudiziaria, per poi arrivare ad Asti nel 1986. Numerosi i compiti svolti finora: prima alle Volanti, poi alla Squadra mobile, quindi all'ufficio ricezione denunce e, dal 1996, alla Digos. «La Questura di Asti mi ha dato tanto – ha confidato Iavarone ai colleghi – in quanto, essendo una piccola realtà, consente di imparare molto e svolgere il ruolo di poliziotto a 360°, dando buoni sbocchi professionali».

Parole di gratitudine nei confronti di Iavarone, di cui sono state ricordate anche la simpatia e la benevolenza, sono state espresse da alcuni colleghi e dal Questore Di Francesco, che ha sottolineato come «l'essere entrato in Polizia nel 1978, in uno dei momenti più tragici dell'Italia, è sintomo non solo di scelta professionale ma di passione». Saluti sinceri e affettuosi sono arrivati anche dai rappresentanti del sindacato Siulp per la Cgil, di cui Iavarone è stato fondatore e segretario provinciale dal 2000 fino allo scorso novembre. Iavarone, comunque, continuerà ad interessarsi di tematiche sindacali e sociali in quanto svolgerà attività di volontariato a favore dei pensionati della Cgil.

e.f.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale