La Nuova Provincia > Cronaca > Milione arrestato dalla polizia Moldava
Era ricercato per traffico di droga
CronacaAsti -

Milione arrestato dalla polizia Moldava
Era ricercato per traffico di droga

Reclutava altresì giovani romene nel luogo d’origine e le introduceva clandestinamente in Italia, avviandole al meretricio, in particolare in Sardegna nelle zone di Olbia e della Gallura ed in alcuni casi le “vendeva” per  poco più di 3.000 euro. Ricercato per traffico di sostanze stupefacenti e lesioni aggravate in concorso, l'arrestato è stato quindi condannato dalla Corte di Assise e di Appello di Cagliari a oltre 10 anni di reclusione. Nelle prossime settimane l’arrestato verrà estradato in Italia …

La Polizia della Repubblica Moldava ha comunicato che ieri ha arrestato Vincenzo Milione, 36enne, pregiudicato, residente ad Asti, latitante dall’ottobre 2011. La notizia è stata data dai carabinieri di Asti.

L’uomo veniva individuato grazie alle indagini svolte dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di questo Comando Provinciale che ne permetteva la localizzazione nella Repubblica Moldava, dove pare avesse intrapreso attività di vendita di abbigliamento che acquistava dall’Italia, e grazie al quale gli investigatori astigiani sono risaliti alla sua localizzazione.

Nel 2003/2004, spiegano i carabinieri, si era inserito in una forte organizzazione transnazionale (italo-albanese), rigidamente strutturata ed in possesso di ingenti risorse finanziarie, dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, ovvero alla riduzione in schiavitù, tratta di esseri umani, acquisto ed alienazione di schiavi ed alla prostituzione.

Reclutava altresì giovani romene nel luogo d’origine e le introduceva clandestinamente in Italia, avviandole al meretricio, in particolare in Sardegna nelle zone di Olbia e della Gallura ed in alcuni casi le “vendeva” per  poco più di 3.000 euro. Ricercato per traffico di sostanze stupefacenti e lesioni aggravate in concorso, l'arrestato è stato quindi condannato dalla Corte di Assise e di Appello di Cagliari a oltre 10 anni di reclusione.

Nelle prossime settimane l’arrestato verrà estradato in Italia.

Articolo precedente
Articolo precedente