La Nuova Provincia > Cronaca > Omicidio Bacco, chiesto l’ergastolo per i cinque imputati e due di loro annunciano importanti dichiarazioni
CronacaAsti -

Omicidio Bacco, chiesto l’ergastolo per i cinque imputati e due di loro annunciano importanti dichiarazioni

Il pm Deodato ha formulato la richiesta di condanna. La parte civile chiede un acconto iniziale di 300 mila euro

Cinque ore di requisitoria

Sono state quasi cinque le ore di requisitoria del pm Laura Deodato alle battute finali del processo in rito abbreviato per l’omicidio di Manuel Bacco, il tabaccaio freddato nel suo negozio di corso Alba alla vigilia di Natale del 2014.

Il pm ha ripercorso ogni momento dell’indagine che ha “ereditato” a due anni dall’accaduto e, al termine, ha chiesto una pena uguale per tutti: l’ergastolo con interdizione legale e decadenza della potestà genitoriale.

 

Chiesti 300 mila euro di danni (per iniziare)

 

Nell’udienza di oggi, dopo il pm, ha parlato anche l’avvocato di parte civile, Giuseppe Vitello dello studio Mirate a difesa della vedova di Manuel Bacco. Le sue conclusioni sono state di una provvisionale di 60 mila euro per ciascun imputato, per un totale di 300 mila euro,  in acconto ad un risarcimento danni da definirsi in sede civile.

Le dichiarazioni di due imputati

Quando ha sentito che il pm chiedeva l’ergastolo per tutti, uno degli imputati, Antonio Guastalegname, ha fatto alcune dichiarazioni spontanee ammettendo il suo vizio del gioco e alcune truffe (che non erano oggetto del processo odierno) oltre alla sua intenzione di fare dichiarazioni alla prossima udienza che si terrà il 19 novembre affermando, fin da ora, di assumersi la piena responsabilità di quello che andrà a dire al gip Belli. Oggi ha però già detto che Jacopo (il giovane pizzaiolo) e il figlio Domenico  non c’entrano nulla in questa vicenda, tirando in ballo altri due nomi. E anche lo stesso Jacopo Chiesi ha annunciato dichiarazioni spontanee all’udienza del 19.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente