Rifatti gli stalli blu della sostaCaos per un giorno nei parcheggi
Cronaca

Rifatti gli stalli blu della sosta
Caos per un giorno nei parcheggi

Una mattinata da incubo quella vissuta ieri, giovedì, per quanti sono arrivati nella zona ovest della città per lasciare l'auto e recarsi al lavoro o agli sportelli di enti e uffici. Ma

Una mattinata da incubo quella vissuta ieri, giovedì, per quanti sono arrivati nella zona ovest della città per lasciare l'auto e recarsi al lavoro o agli sportelli di enti e uffici. Ma furibondi erano anche i residenti che non dispongono di garage e cortili e lasciano d'abitudine l'auto in strada. Dalle 8,30 scattava infatti il divieto di sosta in un'ampia zona di posteggi a pagamento per consentire il rifacimento delle strisce blu. Da piazza della Cattedrale fino a via Hope, passando per via Natta, via Carducci, via Giobert, piazza Catena, via De Amicis: decine e decine di posteggi proibiti proprio all'inizio della mattinata, quando le aree parcheggio vengono occupate da chi arriva in centro per lavoro (nelle scuole e negli uffici, pubblici e privati) o per recarsi ai numerosi sportelli che si trovano in quella parte di città.

E' stata un'impresa riuscire a sistemare l'auto, operazione andata a buon fine solo al termine di estenuanti giri per le strade del centro storico nell'intento di scovare uno stallo libero. Grandi disagi e ritardi e, ovviamente, anche il disappunto di chi possiede un abbonamento (annuali, ma anche quelli mensili validi solo per determinate "zone" della città) e si è trovato impossibilitato a posteggiare. Comprensibile l'esigenza di dover realizzare i lavori, ma inevitabile notare come questi vengano sempre eseguiti chiudendo piazze e strade durante la mattinata, quando maggiore è la necessità dei pendolari. Già dalle prime ore del pomeriggio i posteggi si liberano: provvedere ai lavori nelle ore pomeridiane, ad esempio, eviterebbe di causare disagi a molti astigiani.

Altra lamentela piovuta in redazione dai cittadini è quella legata al parcheggio delle auto davanti alla scuola elementare di Quarto durante le ore di uscita degli scolari. La strada viene letteralmente ostruita dalle auto in sosta e molti quartesi sono costretti a vere e proprie gimcane per poter tornare a casa o andare a lavorare a seconda degli orari. Gli abitanti chiedono un maggiore controllo da parte delle forze dell'ordine, visto che ad un centinaio di metri o poco più dalla scuola c'è la possibilità di parcheggiare le auto senza intralciare il traffico. Ma si tratta di far fare cento metri a piedi ai bambini!

m.m.t. e f.d.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo