Raccolta porta a portaCambiano le regole a Nizza
Cronaca

Raccolta porta a porta
Cambiano le regole a Nizza

A seguito del nuovo appalto tra CBRA e ASP, cambiano alcune delle regole della raccolta rifiuti porta a porta a Nizza. L'amministrazione dà appuntamento ai cittadini nelle serate del 27, 28 e 29

A seguito del nuovo appalto tra CBRA e ASP, cambiano alcune delle regole della raccolta rifiuti porta a porta a Nizza. L'amministrazione dà appuntamento ai cittadini nelle serate del 27, 28 e 29 maggio dalle 21, presso il Foro Boario nicese, per incontri informativi sulle nuove modalità: innanzitutto la ripartizione della città in sole due aree, quella urbana e quella extraurbana, con relativi diversi calendari di ritiro. Saranno solo 3 i giorni di raccolta. «Abbiamo tenuto in considerazione l'appunto emerso durante lo scorso consiglio comunale, riguardo al ritiro il sabato mattina che causava la presenza, il venerdì sera, dei sacchi dei rifiuti nel centro storico – commenta il sindaco Flavio Pesce – Era già previsto, approfittando della variazione, di correggere questo problema».

Durante gli incontri i cittadini potranno ritirare i kit completi, comprese le nuove pattumiere, la dotazione di sacchetti per i prossimi 12 mesi e il calendario completo dei passaggi di raccolta. Inoltre il 30 maggio sarà in piazza del municipio un gazebo informativo, in parallelo a uno sportello in via Pistone, angolo palazzo comunale, per domande e ritiro dei kit. «All'interno di quanto previsto dall'appalto abbiamo pianificato, in più rispetto al precedente accordo, la pulizia della città a seguito delle manifestazioni grandi, comprese quelle delle borgate San Michele e Bricco Cremosina» specifica il vicesindaco Gianni Cavarino.

Sulle modalità dell'appalto manifesta però le sue critiche l'ex sindaco, oggi consigliere di minoranza, Pietro Lovisolo: «La nostra amministrazione organizzò con ASP il servizio porta a porta, l'importo proposto era 876 mila euro, grazie alla contrattazione chiudemmo la trattativa a 779 mila. L'importo fu criticato dalla minoranza di allora, credendo ci sarebbero stati servizi meno efficienti, ma al contrario riuscimmo a portare la raccolta differenziata al 65%».

Lovisolo fa quindi le pulci alla nuova gara: «L'importo a base di gara dei servizi per il comune di Nizza Monferrato è di euro 928 mila annui, cifra portata a 789 mila dal ribasso d'asta, un importo praticamente già ottenuto nella nostra contrattazione del 2010. Se i servizi sono gli stessi, ammetterete che già ai tempi della nostra amministrazione si era fatto un buon lavoro. Quando fu attivata in via sperimentale la raccolta quindicinale di carta e plastica nelle frazioni, l'assessore Cavarino sosteneva che avremmo dovuto passare tutte le settimane. Come mai non si è pensato di mettere in pratica questa miglioria?».

Fulvio Gatti

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo