Carabinieri-generica
Cronaca
Carabinieri

Refrancore, Quattordio e ora Settime: è caccia ai banditi dei bancomat

Tre colpi in pochi giorni ma in nessuno riescono a portare via la cassaforte

Tre colpi in quattro giorni: non ci sono praticamente più dubbi sul fatto che sia in azione una banda che punta a portare via le cassaforti dei bancomat nelle filiali più defilate, quelle nei paesi abbastanza vicine a vie di fuga.

Dopo i colpi avvenuti nel fine settimana a Quattordio e a Refrancore, è toccato alla filiale di Settime, sempre della Banca di Asti.

Qui i ladri sono riusciti ad entrare nei locali, li hanno devastati e hanno puntato alla cassaforte del bancomat, raggiunta dall’interno, ma non sono riusciti a smurarla per portarla via: l’allarme scattato alla prima intrusione aveva gà allertato i carabinieri che stavano arrivando con le pattuglie. I banditi si sono dati alla fuga su una Ford Kuga rubata poco prima in città.

Così come era stata rubata la Punto usata come ariete per sfondare l’ingresso alla fiale di Quattordio mentre la Maserati usata nella stessa notte per spostarsi dopo il fallito colpo era stata presa dal cortile di una ditta di Castell’Alfero. Nè a Quattordio, nè a Refrancore dove i ladri non sono neppure riusciti ad entrare nonostante abbiano tentato di aprire la banca a calci e pugni, nè a Settime hanno portato a termine il loro piano di impossessarsi del contante custodito nell’impianto di erogazione di denaro.

Le immagini di sorveglianza interne alle banche e quelle installate dai Comuni stanno fornendo gli indizi ai carabinieri per stringere il cerchio intorno ai banditi.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo