Rimborsopoli: assolta Rosanna Valle
Cronaca

Rimborsopoli: assolta Rosanna Valle

Si chiude con l’assoluzione la vicenda dell’ex consigliere regionale di Villanova d’Asti che commenta: «Quattro anni difficili, ma alla fine è emersa la verità»

«Ero tranquilla sin dall’inizio, ma sono stati comunque anni difficili. Quello che ha pesato di più è stato il dubbio, il sospetto, generato in chi mi conosce e mi ha votato e che magari, anche giustamente, viste le accuse e certe amplificazioni portate dalla stampa locale, ha dubitato di aver posto la fiducia nella persona sbagliata. Se devo dirla tutta, la chiusura di questa vicenda è un po’ anche la vittoria di coloro che mi hanno sempre sostenuta e che finalmente sanno che ho sempre detto la verità: non ho mai speso fondi pubblici per fini personali, anzi, non ho neppure usufruito di tutte le possibilità di rimborso che l’essere consigliere regionale mi avrebbe garantito, come ad esempio l’uso del telefono, ma, come è facile capire per chiunque: come avrei potuto stabilire quali chiamate facevo per motivi istituzionali e quali per fini privati?»

La villanovese Rosanna Valle, consigliere regionale della IX legislatura, commenta con soddisfazione la sentenza che l’ha riabilitata politicamente e moralmente, assolvendola con formula piena dalle accuse rivoltegli a seguito dell’inchiesta della Procura torinese sulla cosiddetta Rimborsopoli regionale.

Continua la lettura sul giornale in edicola, o acquista la tua copia digitale

Franco Cravero

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo