emanuel marino ricerche
Cronaca
Carabinieri e Vigili del Fuoco

Scomparsa di Emanuel Marino: oggi nuovo vertice in Prefettura per decidere se continuare le ricerche

Si è allontanato da casa da 2 settimane. Soffre di schizofrenia. Unica flebile pista quella che lo collocherebbe a Porta Palazzo

Si terrà oggi pomeriggio,  in Prefettura la riunione del coordinamento attivato per le ricerche di Emanuel Marino, il giovane di 31 anni scomparso da Buttigliera ormai quindici giorni fa.
Due settimane intense, in cui i Vigili del Fuoco di Asti sono stati presenti con un presidio continuo davanti all’istituto Andriano per coordinare le ricerche insieme ai carabinieri della Compagnia di Villanova e agli uomini della Protezione Civile con uomini a terra, elicottero, droni, unità cinofile.
Di Emanuel, però, nessuna traccia.
Si è allontanato a piedi da casa, martedì mattina presto, forse per cercare un lavoro. E’ stato visto camminare in direzione del supermercato Magnone, poi la cella del suo telefonino è stata intercettata per qualche istante, nel pomeriggio, nella zona fra Montafia e Villanova e, nei giorni immediatamente seguenti, sono arrivate segnalazioni da Poirino.
Tutte controllate e verificate ma, purtroppo, senza esito positivo.
La famiglia, oltre al tam tam sui social ha distribuito centinaia di volantini. Nei giorni scorsi anche nella zona di Porta Palazzo dove si sono concentrati alcuni avvistamenti, anche se nessuno haq portato ad una certezza della sua presenza in quella zona. Ma, come dice la sua famiglia, è come cercare un ago in un pagliaio e quella del popolare mercato torinese è l’unica pista, seppur flebile, che sta alimentando la speranza di ritrovarlo vivo. Emanuel soffre di schizofrenia e da due settimane non prende le sue medicine.

Intanto la famiglia ha anche diramato una nuova foto del giovane.

Emanuel Marino

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo