Più morti che nuovi nati,così Asti perde abitanti
Cronaca

Più morti che nuovi nati,
così Asti perde abitanti

Inizio anno, tempo di bilanci demografici anche per Asti che, nel 2015, ha visto un lieve decremento della popolazione, passata da 76.773 unità a 76.437 (-336 residenti rispetto al 2014). Secondo i

Inizio anno, tempo di bilanci demografici anche per Asti che, nel 2015, ha visto un lieve decremento della popolazione, passata da 76.773 unità a 76.437 (-336 residenti rispetto al 2014). Secondo i dati diffusi dagli uffici anagrafici, la popolazione astigiana è diminuita per un elevato numero di emigrazioni (2.089 unità) ben superiore alle immigrazioni che si fermano a 1.986 unità, ovvero 195 immigrati in meno rispetto al 2014 quando il dato si fermò a quota 2.181. Non va meglio soffermandosi sul rapporto tra le nascite e le morti: nel 2015, ad Asti, sono stati 610 i nati vivi (45 in meno rispetto al 2014), ma si sono registrati 906 decessi (43 in più rispetto all’anno precedente).

Questo porta un saldo negativo del 2015, rispetto al 2014, di 296 unità. Interessanti i dati che si focalizzano sulle fasce di età: in data 31 dicembre 2015, la popolazione minorile (0-17 anni) si ferma a 11.797 abitanti, pari al 15,43% della popolazione e, in particolare, 6.132 maschi e 5.665 femmine. Di questi, 4.600 hanno un’età compresa tra 0 e 6 anni (2.353 maschi, 2.247 femmine); 5.164 residenti hanno tra 7 e 14 anni (2.702 maschi, 2.462 femmine) e 2.033 hanno più di 15 anni, ma non oltre 17 (1.077 maschi, 956 femmine). La popolazione adulta (18-65 anni) conta 46.929 unità, il 61,40% dell’intera popolazione. In particolare: i giovani (15-29 anni) sono 10.819, il 14,15% dei residenti. Gli anziani sono invece 17.711, il 23,17% degli iscritti all’anagrafe. Si tratta di un dato in costante aumento e così suddiviso: 7.897 unità appartengono alla fascia di età tra 66 e 74 anni mentre 9.814 sono già oltre i 75 anni.

Discorso a parte per quanto riguarda la popolazione straniera che al 31 dicembre 2015 ammonta a 9.364 unità (-286 rispetto al focus del 31 dicembre 2014) e che costituisce il 12,25% della popolazione astigiana. I 4.440 maschi e le 4.924 femmine di nazionalità straniera si dividono tra 1.900 comunitari e 7.464 extracomunitari: i primi sono a loro volta divisi in 723 maschi e 1.177 femmine, i secondi in 3.717 maschi e 3.747 femmine. Come già registrato a fine 2014, anche al 31 dicembre 2015 sono gli albanesi gli stranieri più numerosi in città con 3.319 presenze. Seguono i romeni (1.606), marocchini (1.480), moldavi (471), cinesi (314), peruviani (262), bosniaci-erzegòvini (194), senegalesi (184), nigeriani (176), ucraini (99), tunisini (95) e polacchi (85).

r.s.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo