data11929879-696x452
Cronaca
Squadra Mobile

Si masturbava davanti alle ragazze in treno e filmava le loro gambe e i loro fondoschiena

Tunisino preso dalla Squadra Mobile di Asti: sarà rimpatriato

Rimarrà al Centro di Permanenza per i Rimpatri di Torino (CPR) fino a quando non sarà concretamente rimandato in patria il tunisino identificato dalla Squadra Mobile di Asti come l’autore di una serie di molestie sessuali a bordo dei treni regionali.

Tutto è iniziato dalla denuncia di una ragazza che, in viaggio su un treno per Alessandria, si era trovata seduta di fronte il tunisino il quale aveva iniziato a masturbarsi infilando la mano sotto i pantaloni e fissando la giovane. La ragazza, molto turbata e spaventata, appena il treno si è fermato è scesa ed è andata a denunciare l’episodio alla Polfer di Alessandria i cui agenti hanno acquisito dalla videosorveglianza interna le immagini del tunisino che era sceso anch’esso alla stessa stazione.

Immagini che sono state condivise con tutte le Polfer e le Questure con un risvolto a distanza di pochi giorni: una pattuglia della Mobile, in servizio in città, ha intercettato e riconosciuto il tunisino ricercato per le molestie su quel treno. E’ stato fermato e identificato e nel suo telefono cellulare sono stati trovati numerosi video di gambe e fondoschiena di giovani donne che viaggiavano sui treni.

Il tunisino, irregolare dal 2013 è stato denunciato per molestia e, visto che non ha titolo per restare in Italia dove viene ritenuto pericolosamente sociale, è stato sottoposto ad espulsione con un decreto del Questore di Asti che ha disposto il suo trasferimento al CPR di Torino in attesa del rimpatrio.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail