Tornano gli ispettori sul bus di S.Grato
Cronaca

Tornano gli ispettori sul bus di S.Grato

Cambio di programma sul bus “Asti-San Grato” sul quale, alcuni giorni fa, l’Asp aveva affidato ad un’agenzia di vigilanza privata il controllo a bordo a seguito dei numerosi disagi causati da un gruppo di rom residenti a Sessant

Cambio di programma sul bus “Asti-San Grato” sul quale, alcuni giorni fa, l’Asp aveva affidato ad un’agenzia di vigilanza privata il controllo a bordo a seguito dei numerosi disagi causati da un gruppo di rom residenti a Sessant. Gli enti controllori hanno verificato che all’agenzia privata mancherebbe un requisito per svolgere il servizio a bordo dei mezzi. «L’Azienda – spiega il presidente dell’Asp Beccuti – ha preso atto dell’interruzione dell’attività disposta e ha immediatamente supplito alla mancanza della guardia giurata con i propri ispettori. Permane infatti la necessità di garantire un presidio sui bus per continuare ad assicurare il servizio di trasporto e per dare una risposta ferma a episodi di inciviltà, da parte di un gruppo di rom, che hanno ripetutamente coinvolto i nostri mezzi e che stanno ingenerando nella popolazione di San Grato pericolose insofferenze e intolleranze».

E sempre sul fronte della sicurezza va registrato il curioso caso avvenuto martedì sera a Variglie durante l’incontro tra gli amministratori comunali e una quarantina di residenti. Mentre nel circolo si parlava di sicurezza sconosciuti hanno preso di mira due auto, tra cui la Fiat Croma di servizio del sindaco, e sfasciato alcuni finestrini.

r.s.

Leggi l’articolo completo su La Nuova Provincia in edicola oggi o clicca qui per l’edizione digitale del giornale

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo