La Nuova Provincia > Cronaca > Tre persone investite in città in una settimana
Cronaca Asti -

Tre persone investite in città in una settimana

Una preoccupante serie di episodi che deve riportare l'attenzione di tutti alla responsabilità. Intanto, questa mattina, chiesa gremita a San Martino per i funerali di Rosa Pizzolato

«I pedoni sono sempre la parte debole»

Tre persone sono state investite in città, mentre attraversavano la strada, nel giro di meno di una settimana. Una preoccupante serie di episodi che dovrebbe riportare l’attenzione di tutti alla necessità di attuare comportamenti responsabili quando si è in strada: guidare a una velocità moderata, evitare di distrarsi al telefono, rallentare ai passaggi pedonali e tenere conto del fatto, come qualcuno evidenzia, che i pedoni sono sempre la parte debole, destinati a subire i danni maggiori.

I funerali di Rosa Pizzolato

E così è successo a Rosa Pizzolato, la donna di 51 anni deceduta una settimana fa proprio a seguito dell’investimento da parte di un’auto mentre attraversava viale Pilone sulle strisce pedonali. Si trovava a poca distanza da casa e stava andando alla fermata del bus per raggiungere il luogo di lavoro in corso Dante. Erano le 7,45 di venerdì scorso: una Cinquecento alla cui guida si trovava un giovane di Asti, appena 20enne, sotto shock per l’accaduto, l’ha investita. Non c’è stato nulla da fare, nonostante la corsa in ospedale. Questa mattina sono stati celebrati i funerali della signora Rosa. Chiesa gremita alla parrocchia di San Martino, che la donna frequentava, partecipando anche al coro parrocchiale, per darle l’ultimo saluto. Le parole e ricordi toccanti della figlia e un lungo applauso dei presenti hanno reso omaggio alla signora Rosa.

«Essere qui è un atto d’amore, unirsi nella preghiera per testimoniare vicinanza alla famiglia. Ricordandoci che lei vive, in un modo che noi fatichiamo a comprendere, ma lei vive», ha detto il parroco che ha celebrato il funerale. Rosa Pizzolato lascia il marito Vincenzo Marras, la figlia Nicole, la mamma, il papà, la sorella e i fratelli, cognati e cognate, suocero e nipoti.

Studente investito in viale Partigiani

Un ragazzino di undici anni è stato investito da un’auto nella mattinata di ieri, giovedì, in viale Partigiani. Erano le 8, ancora un momento di particolare traffico, in cui le auto si riversano nel cuore della città per raggiungere scuole e luoghi di lavoro e in cui l’attenzione da parte di tutti deve essere altissima e la fretta deve essere dimenticata. Ad urtare il ragazzino una Fiat Punto guidata da un giovanissimo, di appena 19 anni. Sul posto i soccorritori e gli agenti della polizia municipale per svolgere i rilievi e raccogliere elementi utili a stabilire la dinamica dell’incidente. Secondo le informazioni disponibili, le condizioni dello studente non sarebbero gravi.

Un ferito anche in corso Alfieri

Un pedone investito mentre attraversava la strada anche nella mattinata di mercoledì, in corso Alfieri, a poca distanza da piazza Porta Torino. Un uomo, cittadino marocchino, stava attraversando quando è stato investito da un’auto che viaggiava in direzione del centro città. L’urto per fortuna non è stato violento e l’uomo, pur dovendo ricorrere alle cure del Pronto soccorso, non sarebbe in pericolo di vita. Ad occuparsi dei rilievi gli agenti della polizia stradale di Asti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente