Una petizione dei residenti contro gli schiamazzi fuori dal Loft Club
Cronaca

Una petizione dei residenti contro gli schiamazzi fuori dal Loft Club

Una cinquantina di firme sono state raccolte dall’ARC (Associazione regionale consumatori) per chiedere l’intervento del sindaco Brignolo in via Antico Ippodromo dove si trova il locale Loft Club.

Una cinquantina di firme sono state raccolte dall’ARC (Associazione regionale consumatori) per chiedere l’intervento del sindaco Brignolo in via Antico Ippodromo dove si trova il locale Loft Club. Nella petizione, che riporta la data del 20 aprile scorso, molti residenti chiedono al primo cittadino di intervenire per alcuni episodi spiacevoli che avverrebbero nei pressi del locale, lungo la strada dove gli avventori parcheggiano le auto, non distante dalle case.

I cittadini denunciano al sindaco che, nelle giornate di venerdì e sabato, i ragazzi che frequentano la discoteca avrebbero comportamenti poco “edificanti”, ci sarebbero schiamazzi, urla, disturbi della quiete e altri esempi di maleducazione, tutti episodi già segnalati anche alla prefettura.«La pregherei di effettuare i dovuti controlli – scrive al sindaco Salvatore Ingrasci, presidente  dell’ARC – e porre rimedio a questa sgradevole situazione». Dal Loft Club arriva la replica di uno dei gestori, Fabio Beltracchini: «Questa storia della raccolta firme ci sembra la classica mancanza di pazienza all’italiana. All’interno del locale non ci sono problemi: abbiamo risolto il disagio che era stato segnalto per la zona dedicata ai fumatori e rispettiamo i limiti acustici che ci sono stati dati. Non possiamo però essere considerati responsabili se i nostri clienti parlano sulla strada, andando verso le macchine, o se parcheggiano dove non possono».

Beltracchini annuncia che il Loft Club sarà ancora aperto fino alla terza settimana di maggio, per poi chiudere durante l’estate. Il problema, però, rischia di ripresentarsi in autunno con la riapertura della discoteca e, se le cose non cambiano in meglio, con una nuova raccolta firme tra i residenti.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo