Valle Belbo e Valle Bormidasotto il manto bianco della neve
Cronaca

Valle Belbo e Valle Bormida
sotto il manto bianco della neve

Si è trattato di una nevicata rapida e di notevole intensità, sebbene a “macchia di leopardo” sulle colline del Nicese, soprattutto nelle borgate e in alcuni paesi. Momento saliente della

Si è trattato di una nevicata rapida e di notevole intensità, sebbene a “macchia di leopardo” sulle colline del Nicese, soprattutto nelle borgate e in alcuni paesi. Momento saliente della precipitazione stamattina, giovedì, quando i fiocchi hanno cominciato a scendere e a posarsi già dalle 8 del mattino in alcuni punti del territorio, mentre nei comuni sul confine con l’Acquese, da Fontanile a Castelletto Molina, la neve sarebbe arrivata più avanti nella mattinata, e sempre mista a pioggia, lasciando tracce di minore entità. Le previsioni del tempo, d’altro canto, avevano lungamente anticipato il fenomeno, facendolo forse attendere in proporzioni più intense; e già, nella notte tra martedì e mercoledì, una “spolverata bianca” aveva toccato le colline.

I disagi maggiori si sono riscontrati non tanto nel centro di Nizza – più macchiato che innevato, e non ovunque – quanto sulle vie ad alto scorrimento e sulle strade provinciali. Zona critica quella di Castel Boglione, sul percorso che congiunge la città del “Campanòn” con Acqui Terme, per via dei molti tratti scoscesi. Più di un camion si sarebbe fermato per montare le catene, con conseguenti rallentamenti, mentre la situazione più problematica si sarebbe verificata verso le 9. «Un camion è uscito di strada nei pressi della chiesetta di Castel Boglione, causando una lunga coda – racconta l’avvocato nicese Marco Fassone, che transitava in quel momento alla volta di Acqui – Per rimuovere il mezzo è stato necessario l’intervento di un privato, l’attesa è durata circa un’ora. Le strade erano ricoperte dal manto bianco, ma alcuni autisti sembravano non prestare sufficiente attenzione. Anche all’uscita da Nizza ho notato un furgone appena scivolato fuori dalla carreggiata». Fassone fa cenno alla migliore pulizia delle strade provinciali appena superato il confine con l’Alessandrino: «In Provincia di Alessandria l’intervento dei mezzi è stato più rapido. Ho già notato la cosa durante precedenti nevicate».

Oltre al manto bianco e al ghiaccio, metteva in difficoltà gli automobilisti il forte vento, che nel territorio di Mombaruzzo avrebbe abbattuto un albero facendolo ricadere sulla carreggiata. La situazione più grave riscontrata riguarda invece la galleria di Isola d’Asti, che un mezzo di soccorso avanzato, ambulanza medicalizzata, della Croce Verde di Nizza in codice rosso non ha potuto attraversare a causa di un camion di traverso che bloccava il transito. Il paziente, in gravi condizioni e diretto al Cardinal Massaia di Asti, sarebbe stato riportato all’ospedale S. Spirito di Nizza.

Fulvio Gatti

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo