Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/villaggio-aleramo-ancorabrun39asta-per-gli-quotscheletriquot-56e68a1746ce71-nkikaqaiqroy50j3xhqugccaiibd7c8v79hobvz0y0.jpg" title="Villaggio Aleramo, ancora
un'asta per gli "scheletri"" alt="Villaggio Aleramo, ancoraun'asta per gli "scheletri"" loading="lazy" />
Cronaca

Villaggio Aleramo, ancora
un'asta per gli "scheletri"

L'autunno porterà un nuovo proprietario per gli "scheletri" del Villaggio Aleramo? L'augurio è spontaneo dopo che anche l'ultima ed ennesima asta è andata deserta. Prezzo che

L'autunno porterà un nuovo proprietario per gli "scheletri" del Villaggio Aleramo? L'augurio è spontaneo dopo che anche l'ultima ed ennesima asta è andata deserta. Prezzo che ora risulta inferiore di un quarto rispetto al primo tentativo datato novembre 2011 nonché ulteriormente ridotto rispetto all'ottavo esperimento che era fissato a fine giugno. Dunque al momento sono ancora senza un acquirente le strutture delle sei villette che volgono lo sguardo alla vallata di borgata Stazione, lasciando alle spalle il capoluogo.

Il Tribunale di Vercelli (che ne segue la pratica essendo nel frattempo subentrato a quello di Casale Monferrato) nei giorni scorsi ha fissato al 15 ottobre il nuovo esperimento di vendita senza incanto, stabilendo la nuova base a 34 mila 290 euro.
Importo decisamente inferiore alla stima della perizia, risalente però al 2008, che indicava addirittura un valore di 170 mila euro per il terreno su cui insistono gli "scheletri" in cemento armato delle sei unità abitative di circa 106 metri quadri ciascuna. Strutture avvolte dalla vegetazione che non appaiono più utilizzabili e sull'area, che costeggia strada Vairo in collina, insiste pure una gru ormai preda della ruggine che dovrà essere smantellata, con ulteriori costi.

Proprietà attualmente censite al catasto terreni e non ancora a quello urbano, anche se gli immobili vennero costruiti in base alla concessione edilizia rilasciata nel 1992 e gli abusi edilizi vennero poi sanati nel '?96, come indicato nell'ultimo Piano regolatore comunale, confermando quanto costruito su questi terreni, senza variazione di superfici coperte e volumetria. A curare la pratica è l'avvocato Bruno Serianni del foro di Casale, ed al suo studio in via Magnocavallo vanno inoltrate domanda e relativa offerta per concorrere all'aggiudicazione (rialzo minimo 500 euro), entro il 14 ottobre.

Le mai ultimate villette fanno parte di un progetto immobiliare fallimentare, figlio di uno sviluppo residenziale non decollato nel Villaggio Aleramo. Iniziativa promossa da imprenditori lombardi che originariamente contavano 18 villette e una struttura alberghiera, ma di questa non era mai stato neppure aperto il cantiere. Invece le prime dodici villette, alienate nella primavera 2008 anch'esse attraverso un'asta giudiziaria, ora sono diventate il complesso "Le Moncalvine", edificato ed in parte ultimato dall'impresa C.E.BA. di Alessandria.

Maurizio Sala

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Scopri inoltre:

Edizione digitale