La Nuova Provincia > Cronaca > Villanova d’Asti: muore sull’auto incastrata sotto il rimorchio di un camion
CronacaVillafranca - Villanova -

Villanova d’Asti: muore sull’auto incastrata sotto il rimorchio di un camion

Vittima un uomo di 53 anni di Cortazzone. Non ci sono segni di frenata, sconosciuti i motivi che hanno portato all'incidente mortale

Sulla statale per Chieri

Incidente mortale questa mattina, sabato, in Borgata Valdichiesa, ai confini fra il comune di Villanova e quello di Riva Presso Chieri, sulla statale ad alto traffico.

Un uomo di 53 anni, Marco Negro residente a Cortazzone, sposato e padre di una bambina, a bordo della sua Audi A4 si stava dirigendo da Villanova verso Riva quando, per cause ancora sconosciute, ha perso il controllo della guida ed è finito sotto il rimorchio del camion che lo precedeva.

Tamponamento violentissimo

Un tamponamento violentissimo che gli è costato la vita all’istante. L’autista del camion ha raccontato alla Polizia Stradale di Asti intervenuta per i rilievi, di non aver visto l’auto dietro di lui e di essersi accorto della sua presenza solo a causa dell’urto.

Il camion tamponato

Il corpo liberato dai Vigili del Fuoco

Lo spettacolo che si è presentato ai soccorritori è stato agghiacciante: metà della vettura era “infilata” sotto il rimorchio utilizzato per il trasporto di mezzi per il movimento terra. Per liberare il corpo senza vita del conducente dalle lamiere è stato necessario un lungo e meticoloso lavoro dei Vigili del Fuoco intervenuti con un camion officina. A  gestire la viabilità anche gli uomini del distaccamento dei Vigili del Fuoco volontari di Villanova.

Il traffico è stato regolato a senso alternato sulla corsia non occupata dai mezzi.

Il teatro del tragico incidente

Nessun segno di frenata

Non è ancora chiaro il motivo di tale urto violento, visto che sulla strada non ci sono segni di frenata. Fra le ipotesi quella di un malore improvviso o di un colpo di sonno.

Il corpo senza vita di Negro è stato trasferito alla camera mortuaria dell’ospedale di Asti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente