La Nuova Provincia > Cronaca > Violenta grandinata sul Nord Astigiano: in azione le ruspe per liberare le strade
CronacaMoncalvo e Nord -

Violenta grandinata sul Nord Astigiano: in azione le ruspe per liberare le strade

I danni maggiori segnalati a Castelnuovo Don Bosco e nelle sue frazioni. Principio di incendio a Gonengo subito domato dai Vigili del Fuoco

Castelnuovo Don Bosco come epicentro

Un violento nubifragio con grandinata si è abbattuto oggi pomeriggio sulla zona più a nord della provincia di Asti, colpendo la “striscia” di territorio che parte da Mondonio Torinese, passa per Castelnuovo Don Bosco e poi via verso Pino d’Asti, Aramengo, Cocconato.

Residenti al lavoro per liberare la strada verso il cimitero

Distrutte vigne e campi di mais

Ingentissimi i danni provocati prevalentemente dalla grandine che è caduta copiosissima in pochissimi minuti, distruggendo colture di mais, “pelando” letteralmente le vigne di Freisa e Malvasia e intasando condotte e tombini. Provocando così numerosi allagamenti di cantine, garage e piani terra di villette poste nel basso.

Ciò che resta nei filari dopo il temporale di oggi (foto Guru)

Via Marconi con una spessa coltre di grandine

Ma è in centro a Castelnuovo Don Bosco che si è verificato uno spettacolo innaturale per essere alla vigilia di Ferragosto: tutta la grandine portata giù dall’acqua dalla sommità del borgo antico si è concentrata nel tratto di via Guglielmo Marconi che va dalla tabaccheria al colorificio, formando una coltre molto alta e spessa che solo con il lavoro di una ruspa è stato possibile spostare e smassare.

Mucchi di grandine anche sulla strada per il cimitero dove è anche caduto un albero, così come è accaduto sulle strade per le frazioni Bardella e Ranello.

I Vigili del Fuoco in via Marconi

Tanti allagamenti

Disagi anche sulla circonvallazione di Castelnuovo dove, a causa dell’acqua che si è raccolta nella curva subito dopo piazza Europa (dove è già installato il Luna Park per la festa patronale) si sono allagati i garage di un condominio. Segnalati altri numerosi allagamenti e qualche tetto scoperchiato dalla forza di vento, acqua e grandine. L’intervento più importante è stato quello dei Vigili del Fuoco di Asti in via Monferrato, dove il tetto in lamiera di un condominio è stato divelto e le lastre penzolavano pericolanti sulla stradina di accesso. Serissimi danni anche al tetto dell’oratorio del paese, che ha subito una vasta scopertura. Senza contare le numerosissime automobili che hanno riportato parabrezza sfondati dalla grandine e carrozzerie “bucate”.

Il tetto scoperchiato in via Monferrato

Su un mezzo della Protezione Civile il sindaco Antonio Rago ha fatto una perlustrazione delle zone più critiche.

La curva della circonvallazione che ha provocato l’allagamento di un condominio

A Gonengo magazzino in fiamme a causa di un fulmine

Importante intervento dei Vigili del Fuoco anche in frazione Gonengo di Aramengo dove a provocare danni è stato un fulmine caduto su un magazzino adiacente ad un’abitazione. Il principio di incendio è stato domato e il locale sgomberato per evitare il propagarsi delle fiamme.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente