“Asti in concerto” al viacon le melodie di una Napoli antica
Cultura e Spettacoli

“Asti in concerto” al via
con le melodie di una Napoli antica

Conto alla rovescia per il debutto della 20esima edizione di "Asti in concerto". La rassegna musicale organizzata dal Circolo filarmonico astigiano con la direzione artistica della prof.ssa

Conto alla rovescia per il debutto della 20esima edizione di "Asti in concerto". La rassegna musicale organizzata dal Circolo filarmonico astigiano con la direzione artistica della prof.ssa Lia Lizzi Balsamo prende il via oggi, sabato (ore 21.15), nella Sala del coro "B. Alfieri" all'Archivio di Stato di Asti con il concerto "L'oro di Napoli: Dicitincello vuje -? Suggestioni musicali di una capitale antica". Una serata tematica in cui a farla da padrone saranno le note dell'Archetype Ensemble composto dai musicisti Maria Ausilia D'Antona (voce e mandola), Marilena Serafini (liuto cantabile), Sergio Trojse (chitarra, bouzouki, mandolino), Gabriele Falcone (chitarra e voce), Maria Assunta Recalina (voce e percussioni). Il loro repertorio spazia dalle arie del ?500 come "Fenesta Vascia" ai successi dei primi decenni del ?900 ("Guapparia", "Dicitincello Vuje", "Scalinatella", "Tammurriata "Nera" ecc.) toccando melodie conosciute sia dai cultori sia dai semplici appassionati.

La formazione ha un'impronta rigorosamente acustica e i suoi componenti sono in maggior parte polistrumentisti provenienti da formazioni ed esperienze diverse ma con in comune l'interesse per tutti quei brani che custodiscono memorie e testimonianze unite a un'alta qualità artistica. Celebri, infatti, i repertori che l'Archetype Ensemble ha dedicato anche alla canzone romana, siciliana, latino?americana e portoghese. Quello di stasera è il primo di sette appuntamenti che "Asti in concerto" porterà sui palchi cittadini fino al 6 di marzo quando, nella cornice del Teatro Alfieri, i Cameristi del maggio musicale fiorentino chiuderanno la kermesse. Ingressi 10 e 15 euro, omaggio per i soci del Circolo filarmonico. Info e prenotazioni 0141/538057 o 346/5761400.

Luca Garrone

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo