Al Diavolo Rosso lo “Sgargabonzi live” di Gori
Cultura e Spettacoli

Al Diavolo Rosso lo “Sgargabonzi live” di Gori

La comicità è un terreno minato, in particolare quando in repertorio entrano il politicamente scorretto e l’umorismo nero. Ed è garantito che sarà nerissimo l’umorismo di Alessandro Gori, comico e scrittore per la rivista Linus, atteso mercoledì al Diavolo Rosso (21.30, ingresso libero). La casa editrice astigiana Visiogeist porta in città Sgargabonzi Live

La comicità è un terreno minato, in particolare quando in repertorio entrano il politicamente scorretto e l’umorismo nero. Ed è garantito che sarà nerissimo l’umorismo di Alessandro Gori, comico e scrittore per la rivista Linus, atteso mercoledì al Diavolo Rosso (21.30, ingresso libero). La casa editrice astigiana Visiogeist porta in città Sgargabonzi Live, spettacolo che sarà prossimamente in programmazione anche allo storico Zelig di Milano. Per dirla con le parole degli organizzatori, Gori è “un’inarrestabile macchina trita-luoghi comuni che rielabora i fatti di cronaca con colate di umorismo nero pece, fino a perderne il controllo in esagerazioni che vanno sempre a finire male”. Una serata per spiriti forti, insomma, e per chi è poco incline allo scandalo. “Sgargabonzi” è anche il nome del blog e della relativa pagina facebook curate da Gori, vetrina delle sue attività e assaggio di ciò che si ascolta durante gli spettacoli dal vivo. Nel curriculum dell’autore tre romanzi comici: nel 2013 l’esordio con “Le avventure di Gunther Brodolini”, quindi insieme a Gianluca Cincinelli pubblica i surreali “Bolbo” e “Il problema purtroppo del precariato”, tutti editi da FuoriOnda.

Nel corso dello spettacolo sarà presentato l’ultimo libro pubblicato dall’editrice Visiogeist, “Dimenticheremo tutto”. Gli autori Riccardo C. Mauri e Giuseppe Schiavone costruiscono una storia altrettanto lisergica, a partire da una sceneggiatura che prende vita costringendo il regista – una via di mezzo tra Paolo Sorrentino e Matteo Garrone – a fuggire dall’Italia in Brasile inseguito da fantomatici produttori cinematrografici.

Sempre al Diavolo Rosso, giovedì si passerà alla musica dal vivo con Guido Maria Grillo, cantautore che gli astigiani hanno già apprezzato sul palco di Astimusica al fianco di Cristiano Godano e Giancarlo Onorato. Lo scorso anno ha pubblicato il singolo “Così sia”, a novembre Grillo ha aperto l’unica data italiana di Rufus Wainwright al Teatro Regio di Parma (ore 21.30, ingresso gratuito).

e.p.r.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo