Catalano Antonio 2
Cultura e Spettacoli
Appuntamento

Antonio Catalano sul palco con “Artabàn. La leggenda del quarto Re Mago”

Stasera allo Spazio Kor nell’ambito della rassegna “Le sfide della fede”, promossa dal Teatro degli Acerbi e dagli Oblati di San Giuseppe Marello

E’ in corso il nuovo cartellone della rassegna “Le Sfide della Fede” – incentrata sul rapporto tra fede e ragione, uomo e Dio – promossa dal Teatro degli Acerbi e dagli Oblati di San Giuseppe Marello.
Gli appuntamenti del mese di dicembre, nello specifico, riguarderanno la riscoperta della leggenda del quarto Re Magio. «Grazie ad un approfondito lavoro di ricerca dell’antropologo astigiano Piercarlo Grimaldi, membro del comitato scientifico dell’Archivio della teatralità popolare, appannaggio di Casa degli alfieri – spiegano dal Teatro degli Acerbi – abbiamo inaugurato un nuovo capitolo di lavoro intorno alla figura del Quarto Re Magio. Questo personaggio, che è protagonista di una vasta letteratura internazionale, rivela un legame territoriale con l’area di Langa e Monferrato, come attestato da alcune frammentarie testimonianze orali e iconografiche. La scarna storia che ci è pervenuta narra del Re Magio che ha smarrito la stella e ha vagato per 33 anni, impegnandosi ad aiutare i poveri e gli oppressi, per giungere infine a Gerusalemme il giorno della Crocifissione di Gesù. Un interessante impianto narrativo mitico che unisce il Natale alla Resurrezione».

Lo spettacolo

Parallelamente alla mostra in corso fino all’Epifania presso il Museo Diocesano San Giovanni, intitolata “Il Vangelo delle Colline”, stasera (sabato), alle 21 allo Spazio Kor di piazza San Giuseppe, debutterà su questo tema il nuovo spettacolo “Artabàn. La leggenda del quarto Re Mago”.
«Sarà un incontro poetico con l’artista di Casa degli alfieri Antonio Catalano, poeta della meraviglia e artista del Mago Povero», anticipano dal Teatro degli Acerbi.
Catalano racconterà appunto la vicenda del Mago Artabàn, intento a ricucire il mondo e ad inseguire stelle con la coda. «Viaggiando con il mago sul suo dondolante cammello – continuano – si faranno incontri inaspettati e indimenticabili, tra sorrisi e commozione, stupore e misteri dalla notte dei tempi. E il “mistero dei misteri” contenuto nei Vangeli, ovvero il Dio che si fa uomo, sarà visto in questo caso dal punto di vista dell’infanzia, del gioco. Quel gioco grande che è la vita».
«Si scoprirà, alla fine – concludono – che il Quarto Re Mago, che ha perso la strada e ha consumato i sandali, trascorrendo la vita a cercare e imparare, in una parola a vivere, assomiglia proprio ad ognuno di noi».
Catalano sarà affiancato dai ricami poetici di Patrizia Camatel e accompagnato dalla musica dal vivo della banda musicale comunale di Portacomaro.
Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Info: 351 8978847.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale