Arti e mercanti, un tuffo nel medioevoSabato e domenica mestieri e locande
Cultura e Spettacoli

Arti e mercanti, un tuffo nel medioevo
Sabato e domenica mestieri e locande

Un salto indietro nel tempo, fino al Medioevo, per conoscerne usi, abitudini, mestieri e gusti. E’ quello che attende, sabato 21 e domenica 22 settembre, i visitatori della rievocazione storica

Un salto indietro nel tempo, fino al Medioevo, per conoscerne usi, abitudini, mestieri e gusti. E’ quello che attende, sabato 21 e domenica 22 settembre, i visitatori della rievocazione storica “Arti e Mercanti”, che si svolgerà nel tratto di corso Alfieri “all’ombra della Torre Rossa”, compreso tra la chiesa di Santa Caterina e via Roero. La manifestazione, giunta alla 14esima edizione, è promossa dall’associazione di categoria CNA con il patrocinio e il supporto di Comune, Provincia, Regione, Camera di Commercio, Cassa di risparmio di Asti e relativa Fondazione, Assicurazioni Ara (Groupama). A presentare il programma, lunedì in conferenza stampa, il direttore di Cna Giorgio Dabbene, il presidente Guido Migliarino e la vice Giuliana Domenichini. Il villaggio medioevale, allestito con la collaborazione del Borgo San Lazzaro, sarà aperto dalle 15 alle 24 di sabato e dalle 9.30 alle 22 di domenica, il secondo giorno, quindi, con orario allungato rispetto al passato «dato che all’ora di cena il villaggio vede ancora la presenza di numerosi visitatori», ha spiegato Domenichini.

Ricco il programma della manifestazione. «Saranno presenti circa 80 espositori, artigiani che rappresenteranno gli antichi mestieri – ha spiegato la vice presidente – dal fabbro al falegname, dal vetraio al sarto, dal battitore di monete all’artigiano che lavora il rame, e presenteranno l’enogastronomia dell’epoca, grazie alla presenza di numerose locande in cui si potranno gustare piatti del Medioevo o acquistare prodotti alimentari (spezie, dolci, pane, miele, formaggio…)». Da ricordare, a questo riguardo, anche le Taverne del Barbera, a cura della Camera di Commercio, che saranno allestite in piazza Cairoli, e la Cena dell’artigiano, curata come sempre dalla Scuola alberghiera “Colline astigiane”, che si svolgerà sabato alle 20.30 nella sede della scuola in via Asinari 5 (aperta a tutti previa prenotazione entro mercoledì 18 settembre allo 0141/596000).

La manifestazione sarà quindi arricchita da diverse iniziative di intrattenimento, dalla musica alla cultura, dalla promozione della salute al volontariato. Vediamole nel dettaglio. Per la gioia dei bambini saranno presenti gli asinelli di Asintrekking, mentre la “colonna sonora” sarà garantita dalla Barbarian Band, che proporrà musica celtica, e dai giullari. Curioso anche l’allestimento di un accampamento militare dell’epoca. Per quanto riguarda, invece, la sfera culturale, da segnalare la mostra collettiva di Cna Artisti, che ospiterà le opere di circa 10 artisti sotto i portici del Palazzo del Michelerio. Si potranno infatti ammirare i dipinti di Antonio Guarene, Viola Paolo, Milena Paro, Elisabetta Moretti, Gianfranco Monaca, Filippo Pinsoglio, Nicola Coluccello, Silvio Volpato, Filippo Staniscia, Viviana Gonella, Mario Saini, Maurizio Agostinetto, Marisa Garramone, Annamaria Bassignano.

Come ha spiegato Marisa Garramone, portavoce del gruppo di artisti, «i pittori porteranno i lavori che più li rappresentano, in quanto non abbiamo stabilito un tema specifico. Inoltre sarà a disposizione un laboratorio di pittura aperto a tutti, tenuto da Silvio Volpato e Francesca Staglianò, e si terrà il concorso di pittura estemporanea che vedrà come protagonisti alcuni alunni del liceo artistico “Benedetto Alfieri”, che saranno impegnati a “catturare” nei loro dipinti alcuni particolari della manifestazione. Le opere realizzate verranno poi utilizzate per un’asta benefica il cui ricavato andrà all’associazione di volontariato “Enrico e Ilaria onlus”, guidata da Mario Vespa».

Ma il Michelerio ospiterà anche altre iniziative culturali. In primo luogo la bancarella di libri allestita dalla Biblioteca Astense, il cui ricavato sarà destinato all’autofinanziamento viste le difficoltà economiche la caratterizzano, e che purtroppo stanno interessando tutte le realtà culturali italiane in questo difficile periodo. In vendita, nello specifico, saranno i libri ricevuti in donazione ma che risultano “doppi” rispetto alla dotazione. «Il palazzo del Michelerio e il suo cortile – ha sottolineato Dabbene – saranno anche destinati ad altre iniziative slegate dalla rievocazione in senso stretto, tra cui lo stand del settimanale diocesano “Gazzetta d’Asti”, l’esposizione “Bottiglie d’artista”, la postazione di Asti Expo, relativa all’esposizione mondiale che si terrà a Milano nel 2015. E ancora le postazioni degli studenti dell’istituto professionale“Castigliano”, che presenteranno il progetto solidale che stanno seguendo in Africa, e delle compagne del corso Moda, che mostreranno il loro laboratorio sartoriale; dell’associazione “Amici del cuore”, che domenica sarà anche a disposizione per visite generiche ed elettrocardiogramma gratis; e dell’Asl, che effettuerà dimostrazioni di primo soccorso».

Sempre in tema “sociale” torna anche quest’anno l’iniziativa promossa da Aisla (Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica), Comune e Loa (Laboratorio ortopedico astigiano), che prevede per i disabili la possibilità di visitare il villaggio medioevale in sicurezza: in piazza Cairoli saranno allestite diverse postazioni di sosta riservate agli invalidi e ai loro accompagnatori, che potranno usufruire gratuitamente di carrozzine adeguate alla pavimentazione di corso Alfieri. A disposizione dei disabili anche il parcheggio della Casa madre degli Oblati di San Giuseppe, con ingresso da via Asinari.
Info www.at-cna.it, pagina Facebook Arti e Mercanti – Cna Asti.

Elisa Ferrando

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo