La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Asti Film Festival verso le premiazioni
Cultura e spettacoli, Tempo liberoAsti -

Asti Film Festival verso le premiazioni

Da mercoledì a sabato ricco programma di proiezioni e incontri con ospiti del mondo del cinema

Asti Film Festival verso le premiazioni

Terminerà questa settimana l’ottava edizione di Asti Film Festival.
Promosso dal Circolo cinematografico Sciarada, in collaborazione con il Circolo cinematografico Vertigo, si avvale di numerosi partner. La rassegna è diretta da Riccardo Costa, presidente del Circolo cinematografico Sciarada, e si avvale della consulenza artistica di Roberta Bellesini, presidente della Biblioteca Astense, e del critico cinematografico Filippo Mazzarella. Il programma di questa settimana propone appuntamenti tra film di qualità, incontri con i protagonisti, eventi dedicati ai maestri del cinema italiano.
Da ricordare che il festival – che si avvale della giuria critica affiancata da quelle del pubblico in sala, degli studenti e dei detenuti del carcere di Quarto – è strutturato in tre sezioni: Asti short (cortometraggi); La prima cosa bella (opere prime italiane di lungometraggio) e Asti Doc (documentari).

Il programma

Ecco il calendario degli eventi, tutti ad ingresso libero, ad eccezione della proiezione di mercoledì alle 21.15 e della serata di sabato 15 dicembre.
Domani (mercoledì), nella Sala Pastrone del Teatro Alfieri, alle 10 verrà proiettato “Appennino” di Emiliano Dante; alle 16 “Figli della libertà” di Lucio Basadonne; alle 18 “Più libero di prima” di Adriano Sforzi. Inoltre, alle 21.15, si potrà vedere “Hotel Gagarin” di Simone Spada .
Giovedì 13 dicembre, sempre nella Sala Pastrone, verranno proiettati alle 10 il documentario “7 marzo ‘91” di Alessio Mattia e Alessia Conti; alle 17.30 “My war is not over” di Bruno Bigoni; alle 19 “Noma” di Andres Arce Maldonado.
Come evento speciale, alle 16 sempre nella Sala Pastrone, la presentazione del dizionario del cinema “Il Mereghetti” con Paolo Mereghetti, Francesco Bruni, Filippo Mazzarella, Andrea Bosca e altri ospiti.
Venerdì 14 dicembre, sempre nella Sala Pastrone, alle 9 si terrà la proiezione di “Immondezza” di Mimmo Calopresti; alle 10 “Michelangelo infinito” di Emanuele Imbucci, con musiche dell’astigiano Matteo Curallo.
Infine sabato 15 dicembre, alle 10 nella Sala Pastrone, la proiezione di “(A)social – Dieci giorni senza lo smartphone” di Lucio Laugelli. A seguire, dalle 15, la proiezione dei cortometraggi di “Asti short”, in concorso e fuori concorso. I primi sono “La pace dannata” di Adelaide De Fino (Nadia Kibout), “Sensazioni d’amore” di Adriano Pantaleo, “Come la prima volta” di Emanuela Mascherini, “La festa più bellissima” di Hedy Krissane, “Rabbits” di Luca Metodo, “In principio” di Daniele Nicolosi, “Le avventure di Mr Food & Mrs Wine di Antonio Silvestre, “Aggrappati a me” di Luca Arcidiacono, “Nell’orso” di Lilian Sassanelli. I secondi, invece, sono quelli inseriti nel progetto, legato ad Asti Film Festival, finalizzato alla formazione di maestranze funzionali al settore in modo da costituire uno Stabile del cinema che incentivi gli investimenti delle produzioni artistiche nazionali sul territorio.
Il festival terminerà con la premiazione, sempre sabato, alle 21 al Teatro Alfieri. Per l’occasione si terranno le anteprime nazionali di due cortometraggi girati ad Asti nei mesi scorsi: “Quasi immobili” di Fabio Bastianello e “La ricetta della mamma” di Dario Piana (da un soggetto di Giorgio Faletti e realizzato con il sostegno di Film Commission Piemonte). Inoltre verrà consegnato il premio alla carriera all’attore e doppiatore Luigi Diberti.
Biglietti: 5 euro. L’incasso sarà devoluto alla Onlus 1 Caffè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente