Norcross per sito
Cultura e Spettacoli
Cinema

Asti International Film Festival, attesi Clayton Norcross, Vincent Riotta e Laura Morante

Da oggi a domenica 4 dicembre, tra Sala Pastrone e Teatro Alfieri, la 12esima edizione dell’evento con 153 opere in concorso

Ci sarà anche Clayton Norcross – l’attore americano diventato popolare in Italia negli anni Novanta per aver interpretato per primo il personaggio di Thorne Forrester nella soap opera “Beautiful” – tra gli ospiti speciali dell’Asti International Film Festival in programma da oggi (mercoledì) a domenica 4 dicembre tra Sala Pastrone e Teatro Alfieri. Accanto a lui altri volti noti del cinema, tra cui Vincent Riotta, membro del cast del film “House of Gucci” e delle serie televisive “Alias” e “Jag”; Roberto Ciufoli, componente della “Premiata ditta” con Pino Insegno; Eros Pagni, volto noto di cinema, teatro e televisione; Laura Morante, David di Donatello 2001 per “Il figlio più piccolo”.
Organizzato da Sciarada Produzioni, in collaborazione con il circolo cinematografico Vertigo, prevedrà un ricco cartellone tra proiezioni delle opere in concorso, tutti i giorni a partire dalle 14 in Sala Pastrone, incontri con i registi e spettacoli.

Le sezioni

Sette le sezioni in concorso. Le prime sei sono equamente distribuite tra produzioni italiane e internazionali: Asti Doc e Asti Doc int (documentari italiani e stranieri, che vedono in concorso 34 titoli); Asti Short e Asti Short int (cortometraggi, in totale 91); La prima cosa bella e La prima cosa bella international (opere prime di lungometraggio, in totale 18); infine la sezione dedicata ai cortometraggi internazionali di animazioni (10). In totale, quindi, concorrono 153 opere provenienti da numerosi Paesi del mondo, da Taiwan all’Argentina, dal Nepal agli Stati Uniti.

Gli incontri dedicati alle scuole

«Le scuole – spiega Riccardo Costa – presidente del circolo cinematografico Vertigo – torneranno ad essere protagoniste dopo le limitazioni dovute alla pandemia. Tre mattinate saranno loro dedicate, incentrate su alcune tematiche: natura e tutela dell’ambiente, disabilità, migrazioni, integrazione, storia contemporanea, diritti civili, arte e folklore. Il tutto tra proiezioni e incontri con relatori di spicco».
Gli appuntamenti dedicati agli studenti cominceranno oggi (mercoledì) dalle 9 in Sala Pastrone, con un incontro dedicato alla tematica ambientale con alcuni ospiti, tra cui Piero Badaloni, giornalista e politico (è stato presidente della Regione Lazio dal 1995 al 2000). In questo caso si parlerà di sostenibilità e diritto della popolazione mondiale di accedere alla risorsa acqua.

Il cortometraggio  “La Ru Clelia e Ariosto”

Nell’ambito dell’incontro Laurana Lajolo presenterà in prima nazionale il cortometraggio “La Ru Clelia e Ariosto”.
Liberamente tratto dal racconto di Davide Lajolo in “Veder l’erba dalla pare delle radici” (Premio Viareggio per la Letteratura 1977), è stato ideato da Laurana Lajolo, con riduzione coreografia, regia e performance di Cristian Catto e Ivana Marrone, con la partecipazione di Gabriel Catto e Emma Penengo, fotografia di Fabienne Vigna, riprese e montaggio di Stefano Borello, Alice Ghiretti e Alessio Mattia.
Nel racconto Davide Lajolo narra una credenza diffusa nel Seicento, tempo di peste, che raccomandava alla gente di allontanarsi dall’abitato e di salire sugli alberi per evitare il contagio. Quando il giovane Ariosto vede i segni della peste sul viso della sua amata Clelia corre con lei in braccio verso la Ru, la quercia secolare della Valsarmassa, per deporla tra i rami, in alto e salvarla. Ma Clelia è ormai morente e Ariosto stringendola a sé, urla disperato e la sua voce straziante riempie la valle, finché la peste lo fa tacere.

Gli altri appuntamenti dedicati agli studenti

Giovedì 1° dicembre si parlerà di disabilità con Domenico “Mingo” De Pasquale, l’attore che fa parte del duo satirico “Fabio & Mingo”, noto per aver preso parte a numerose edizioni del tg satirico “Striscia la notizia”. Presenterà i suoi progetti di contrasto al bullismo e sul tema della disabilità. Sarà anche presente l’attore Sergio Forconi, che incontrerà gli studenti accompagnando la proiezione del cortometraggio “Pievecchia ‘44” di Alessandro Sarti.
Venerdì 2 dicembre, invece, dalle 9 alle 13 si terrà un evento dedicato al 50esimo anniversario dall’ultimo sbarco sulla Luna, compiuto dall’Apollo 17 nel dicembre 1972.
Ad organizzarlo il Magmax, museo di mineralogia allestito presso la Torre Quartero. La ragione è che faceva parte dell’equipaggio della missione l’unico astronauta geologo (Harrison “Jack” Schmitt) che si occupò della raccolta di numerosi campioni rocciosi e di polvere lunare (regolite).
«In occasione di questo anniversario – ha spiegato Massimo Tomalino – organizzeremo diversi momenti dedicati alle scuole, oltre ad altri appuntamenti pomeridiani per tutti. Per quanto riguarda le scuole, dalle 9 alle 13 in Sala Pastrone, si terrà la proiezione del film “First man – Il primo uomo” e di alcuni corti realizzati dagli studenti sul tema “Luna”. Inoltre si terrà la tavola rotonda con Beppe Rovera (giornalista e già conduttore del programma “Ambiente Italia” su Rai 3), Piero Bianucci (giornalista e collaboratore di Piero Angela per il programma SuperQuark) e Silvia Rosa Brusin (giornalista e conduttrice di TGR Leonardo)».

Gli incontri pubblici

Oltre agli appuntamenti dedicati alle scuole, l’Asti International Film Festival prevede incontri pubblici volti ad arricchire il programma delle proiezioni dei film in concorso.
Mercoledì 30 novembre, alle 17.30 in sala Pastrone, sarà presentato il film “Un mondo fantastico” di Michele Rovini, con Diego Ribon e Andrea Bruschi. Nella stessa sala, dalle 21, l’incontro con Eros Pagni, volto noto di cinema, teatro e televisione, cui sarà consegnato il Premio alla carriera. A seguire, la proiezione del cortometraggio “Al di là del mare” di Carlo Alberto Biazzi, di cui Pagni è interprete. E’ il racconto poetico e drammatico di un bambino che – nella Liguria del secondo dopoguerra – perde il padre e, attraverso i racconti favolistici del nonno, riesce a trovare il coraggio di andare a cercarlo.
Giovedì 1° dicembre, dalle 15 in Sala Pastrone, si terrà un evento dedicato alle donne in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità, che vedrà protagonisti i registi dei documentari e dei cortometraggi in concorso. Alle 20.30 l’evento “Speciale Piemonte”, ncontro con i cineasti del Piemonte e la proiezione di documentari e cortometraggi in concorso grazie al gemellaggio con l’Alessandria Film Festival e la Corte dei Corti, film festival nazionale che si svolge ad Acqui Terme. Ospite speciale della serata sarà Clayton Norcross, l’attore americano diventato popolare in Italia negli anni Novanta per aver interpretato per primo il personaggio di Thorne Forrester nella soap opera “Beautiful”. «In questo modo – commenta Riccardo Costa – creiamo un ponte tra l’internazionalità dell’evento e la qualità delle eccellenze cinematografiche del territorio».
Venerdì 2 dicembre, dalle 15 alle 17.30 in Sala Pastrone, l’incontro “Dalla Terra alla Luna e ritorno?”, organizzato dal museo Magmax, con Piero Bianucci, scrittore e giornalista scientifico, collaboratore di Piero Angela per “Superquark”, e Silvia Rosa-Brusin, giornalista televisiva di TGR Leonardo. Parteciperanno anche l’antropologo Francesco Scalfari, la psichiatra Maria Letizia Primo e il presidente del museo Magmax Massimo Tomalino. Modererà il giornalista Beppe Rovera.
A seguire, il direttore del festival, Riccardo Costa, proietterà il cortometraggio in concorso “Bring me home” di Nicolas Mengel.
Da ricordare, poi, che nello Spazio Cabiria della Sala Pastrone verrà allestita una mostra fotografica con le immagini originali della missione Apollo provenienti dalla Nasa, messe a disposizione dal fotografo Alberto Guizzardi.
Sabato 3 dicembre sarà la volta dell’incontro con i cineasti di tutto il mondo.
Domenica 4 dicembre, dalle 15 circa, la cerimonia di chiusura con la premiazione dei vincitori.
Oltre ai migliori film in concorso divisi per categoria, verrà assegnato il Premio Città di Asti a Vincent Riotta, attore americano noto aver fatto parte del cast del film “House of Gucci”.
Riconoscimenti anche a Roberto Ciufoli, componente della Premiata ditta con Pino Insegno (premio “Allegria e felicità” in memoria dei gemelli astigiani Gianni e Bruno Bugnano); al cantautore Davide De Marinis, che proporrà anche alcuni suoi brani (Premio Giulio Ariosto per la musica). Inoltre Giorgio Gobbi, caratterista che ha fatto da spalla ad Alberto Sordi nel film “Il marchese del grillo”, presenterà il suo libro “S’è Svejatooooo!” (Bibliotheka), dedicato appunto a Sordi, mentre il critico cinematografico Paolo Mereghetti presenterà la nuova edizione del suo Dizionario dei film.
A seguire, alle 18.30, spazio allo spettacolo “Brividi immorali”, di e con la nota attrice Laura Morante, evento benefico il cui incasso sarà devoluto alla Lilt per la lotta ai tumori.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale