Elio Germano
Cultura e Spettacoli

AstiTeatro, in scena la realtà virtuale di Elio Germano e lo spettacolo “a pedali” di Daniele Ronco

Continua nel centro storico, tra anteprime nazionali ed eventi collaterali, il festival organizzato dall’Amministrazione comunale

Continua il festival AstiTeatro 42

Avviato venerdì scorso, dopo il primo weekend di spettacoli il festival AstiTeatro, in programma fino al 6 settembre, continua con eventi e iniziative collaterali nel centro storico della città.
Il festival di teatro nazionale e internazionale, con la direzione artistica di Emiliano Bronzino, è organizzato dal Comune di Asti nell’ambito del progetto di rete Patric, sostenuto dal 2018 dalla Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del Bando triennale per le Performing Arts 2018-2020, grazie al sostegno di Regione Piemonte, Fondazione CrAsti, Fondazione CRT, Mibact, Fondazione Piemonte dal Vivo e Asp.

Gli spettacoli di stasera

Enrica Tesio e Mauro “Mao” Guerlino

Ecco, quindi, gli spettacoli in programma oggi e domani.
Oggi (martedì) alle 17.30 (con replica alle 21.30) il ristorante Oeuf di via Guttuari 12 ospiterà la performance virtuale “Segnale d’allarme – La mia battaglia VR”, diretta e interpretata dal noto attore e regista teatrale Elio Germano e inserita nella stagione Public di Spazio Kor.
Limitato a 35 spettatori a replica, è uno dei primi esperimenti di teatro in realtà virtuale. Una proiezione per pochi spettatori alla volta, ognuno con occhiali immersivi e cuffie, per una visione a 360 gradi. Protagonista un attore, o forse un comico, ipnotizzatore non dichiarato, che, durante uno spettacolo di intrattenimento, manipola gli spettatori in un crescendo di autocompiacimento, anche verbale, fino a giungere, al termine del suo show, a una drammatica, imprevedibile, svolta.
Da ricordare che Elio Germano, nel corso della sua carriera, ha ottenuto, tra gli altri premi, tre David di Donatello per il miglior attore protagonista per “Mio fratello è figlio unico”, “La nostra vita” e “Il giovane favoloso”. Inoltre, quest’anno ha ricevuto l’ Orso d’argento come miglior attore al Festival di Berlino per l’interpretazione del pittore Antonio Ligabue nel film “Volevo nascondermi”.
A seguire, alle 22 presso il cortile del Michelerio, Enrica Tesio (scrittrice e blogger) e Mauro “Mao” Gurlino (cantautore, attore e conduttore) presenteranno “Gli adulti non esistono”, in parte tratto dal libro della Tesio, “Filastorta d’amore”, in parte frutto di una scrittura originale ad hoc per lo spettacolo. Un uomo e una donna, alla soglia dei quarant’anni, si interrogano su una fase della vita che il mondo chiama maturità e che, invece, si è rivelata essere una nuova adolescenza, una “quarantolescenza”.
Conduce il gioco lei, una ragazza degli anni Novanta, madre di due bambini, moglie separata, figlia sgangherata delle icone della sua giovinezza. Le fa da controcanto, voce e chitarra, lui, che negli anni Novanta un’icona di MTV lo è stato davvero, musicista stropicciato, padre, eterno fidanzato, cantastorie stralunato. Insieme parlano, recitano poesie, le suonano, ballano e mettono a nudo le loro paure e le loro speranze.
Va ricordato, infatti, che Gurlino ha raggiunto la notorietà nazionale negli anni Novanta nel ruolo di leader della band “Mao e la Rivoluzione” e per la conduzione, insieme ad Andrea Pezzi, del programma televisivo “Kitchen” su MTV.
Questo spettacolo è realizzato in collaborazione con Attraverso Festival.

Gli eventi di mercoledì

Domani (mercoledì), alle 19 al Palco 19 di via dell’Ospedale (invece che presso l’ex Chiesa del Gesù, come precedentemente annunciato), debutterà lo spettacolo di Daniele Ronco “Il grande giorno”, con Elena Aimone e lo stesso Daniele Ronco.
«Oggi – spiegano i protagonisti – tutto va così veloce che non si ha nemmeno il tempo per pensare. Pensare ad amare, alle conseguenze delle proprie azioni, pensare al futuro del nostro Pianeta. Che cosa accadrebbe se, improvvisamente, fossimo costretti a rallentare?».
La messinscena dello spettacolo, in prima nazionale, avverrà attraverso la formula del “teatro a pedali”, grazie alla presenza di 15 biciclette dotate di cambio con generatore alla ruota da 250w, cavalletto e supporto bici per pedalata in sicurezza, cavo di connessione elettrica collegato ad un accumulatore. Attraverso questo sistema si consentirà al pubblico di vivere un evento esperienziale in cui, grazie alla pedalata di alcuni attori e spettatori volontari, si illuminerà la scena teatrale.
Alle 20.30, allo Spazio Kor di piazza San Giuseppe, debutterà il testo di Fabrizio Sinisi “La fine del mondo”, con Gabriele Cicirello, Alice Spisa, Anahi Traversi e Angelo Tronca, diretti da Claudio Autelli. Anche in questo caso si parlerà del tema del disastro ecologico visto con gli occhi di quattro giovani in una Venezia avveniristica.
«Ormai da anni – spiega l’autore, Fabrizio Sinisi – il tema della catastrofe ecologica è all’ordine del giorno nel dibattito mediatico internazionale. Nonostante questo, nessun senso d’allarme, nessuna urgenza percorre realmente la quotidianità».
Infine alle 22, al Teatro Alfieri, Cirko Vertigo presenterà “Off ballad” di blucinQue/Qanat Arte e Spettacolo, dove sette performer si interrogano sulla ineludibile inclinazione al conflitto, tra musica live ed elettronica, teatrodanza e una “pittura” circense di voli aerei e coreografie in un’atmosfera onirica e “sospesa”. Il tutto sui testi poetici di Pessoa e a partire dal testo di Hillman “Un terribile amore per la guerra”.

Biglietti

Prevendita biglietti per gli spettacoli (cartellone completo su www.astiteatro.it) presso la biglietteria del Teatro Alfieri, in via Grandi 16, aperta tutti i giorni dalle 10 alle 17 e nei giorni di spettacolo un’ora prima di ogni rappresentazione direttamente in location.
Per informazioni e prenotazioni 0141.399057 – 0141.399040.
Biglietti 10 euro intero; 8 euro ridotto abbonati stagione Teatro Alfieri, over 65, possessori Kor Card e tessera Plus Biblioteca Astense; 5 euro ridotto operatori. Biglietto per la visione di Elio Germano “La mia battaglia” 25 euro cena inclusa (spettacolo fuori abbonamento, 35 posti disponibili a replica presso il Ristorante Oeuf, per prenotazioni: 349/1781140).
Abbonamento a 10 spettacoli: 80 euro. È inoltre disponibile la card “AstiTeatro under25”, riservata ai giovani sotto i 25 anni, che dà diritto a 5 ingressi gratuiti, fino ad esaurimento disponibilità.

Gli incontri di “Pensiero profondo”

Per quanto riguarda gli eventi collaterali, in questi giorni continua “Pensiero profondo – 4 chiacchiere con gli artisti sulla vita, l’universo e tutto quanto”, aperitivo tutti i giorni alle 18 al Diavolo Rosso di piazza San Martino con i protagonisti del festival.
Oggi (martedì) l’attore torinese Daniele Ronco sarà intervistato da Lorenza Zambon; domani (mercoledì) gli attori di Generazione Disagio e della compagnia Berardi Casolari dialogheranno con Carlo Francesco Conti.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail