Balene preistoriche interno
Cultura e Spettacoli
Esposizione

Balene Preistoriche, numerosi stranieri tra i 16mila visitatori

La mostra è stata prorogata al 31 ottobre. Riaprirà in primavera ospitando nuovi reperti

E’ stata prorogata al 31 ottobre l’apertura dell’esposizione “Balene Preistoriche”, inaugurata nel settembre 2021 e in scadenza alla fine del mese.
Allestita al Museo Paleontologico Territoriale dell’Astigiano, presso il Palazzo del Michelerio, è una collezione con reperti fossili di cetacei unici al mondo, alcuni dei quali esposti per la prima volta. Circa 16mila gli ingressi registrati in un anno. Numerosi gli stranieri – soprattutto svizzeri, ma anche tedeschi, francesi e olandesi – che hanno vistato l’esposizione, comprendente reperti molto rari. Tra questi la balena Tersilla, la più antica del Mediterraneo, ritrovata in località Moleto e unico reperto di questo tipo a livello mondiale; la balenottera di Montafia, uno dei misticeti fossili meglio conservati d’Italia; il delfino di Camerano Casasco, antenato degli attuali delfini e orche.

I progetti

La prossima primavera la mostra riaprirà poi al pubblico con l’esposizione di nuovi reperti. Arricchendo, così, la collezione di fossili cetacei del Museo paleontologico, che si presenta come una delle più importanti d’Europa e che racconta un territorio di eccellenza, l’Astigiano, come area geo-paleontologica altrettanto significativa.
Slegate dall’esposizione, proseguiranno in autunno le attività didattiche con le scuole, le giornate dedicate alle famiglie e le degustazioni nate dalla collaborazione tra il Museo Paleontologico e il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, che hanno l’obiettivo di raccontare l’unicità del territorio anche dal punto di vista della viticoltura.

Il volume

Da ricordare che presso il Museo è tuttora acquistabile il volume scientifico “Valleandona, Mare e Fossili”, pubblicato in italiano e in inglese. A curarlo diversi autori, tra cui Piero Damarco, curatore della parte tecnico-scientifica della mostra. Il volume presenta, per la prima volta in modo esaustivo, la rilevanza paleontologica a livello internazionale della Valle Andona con i suoi giacimenti di rari fossili marini del Pliocene.

Le iniziative per Halloween

Da segnalare, infine, che l’ultimo giorno di apertura di “Balene Preistoriche”, il 31 ottobre in occasione di Halloween, si terrà un evento speciale ricco di iniziative soprattutto per i più piccoli, come le “visite stregate” o l’esibizione del mangiafuoco in cortile.
Balene Preistoriche è visitabile fino al 31 ottobre presso il Museo Paleontologico Territoriale dell’Astigiano, dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 17 e il sabato e la domenica dalle 11 alle 18, unitamente all’esposizione permanente, con un biglietto dal costo di 7 euro (ingresso) o di 10 euro (ingresso con visita guidata).

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo