birre artigianali
Cultura e Spettacoli

Birra artigianale: i vantaggi di un settore sempre più in crescita

Nel corso degli ultimi tempi si sente sempre più parlare di birra artigianale, che rappresenta un settore che sta crescendo in maniera importante nel corso degli ultimi anni. Un andamento più che positivo, che si può ammirare anche su Google Trends.

La birra artigianale ha acquisito una popolarità sempre maggiore, anche grazie al web. Sì, perché online ci sono numerose piattaforme che offrono la possibilità di acquistare tantissime tipologie di birra artigianale provenienti da ogni parte del mondo. Basti pensare, ad esempio, a www.hopt.it: si tratta di un portale che offre la possibilità di trovare birre che arrivano da svariati Paesi in tutto il mondo. Ci sono birre artigianali del Belgio, birre artigianali del Canada, ma pure dell’Argentina, della Germania, della Francia, del Giappone e dell’Islanda, giusto per citarne alcune. Uno dei vantaggi di affidarsi a questa piattaforma è di poter creare dei veri e propri cofanetti di birra personalizzati, che si possono sfruttare come ottime e utili idee regalo per fare bella figura con i propri amici.

I benefici a livello di salute

Ci sono diverse ricerche molto interessanti che riguardano la birra artigianale. Una di quelle più note arriva dalla Loyola University di Chicago, negli Usa, che ha messo in evidenza come consumare in maniera moderata birra artigianale può comportare una probabilità più bassa di essere colpiti da demenza e disfunzione cognitiva.

Non solo, dal momento che la birra artigianale farebbe bene anche nei confronti delle infiammazioni, dato che gli acidi amari che sono contenuti nel luppolo possono svolgere un’attività benefica rispetto agli stati infiammatori. Al tempo stesso, un’altra ricerca scientifica, che arriva questa volta da Cambridge, ha indicato come un consumo moderato di birre artigianali possa svolgere un’azione positiva rispetto all’insorgere di varie patologie a livello cardiaco.

Quali sono i vantaggi delle birre artigianali

Una delle principali caratteristiche delle birre artigianali è certamente quella di non prevedere il filtraggio all’interno della fase di produzione. Si tratta di un passaggio fondamentale per garantire adeguata tutela nei confronti della qualità del prodotto finale che verrà messo a disposizione della clientela, preservando il carattere e il sapore della birra stessa.

La birra che non è stata oggetto di pastorizzazione si caratterizza per avere una durata più contenuta, compresa tra 12 e 18 mesi. Uno svantaggio temporale che si trasforma ben presto in un punto di forza a livello qualitativo, dato che si potrà contare su una birra fresca, che ha conservato alla perfezione le proprie caratteristiche dal punto di vista organolettico.

Questa bevanda, infatti, va a conservare vivo il lievito e protegge tutte le correlate sostanze nutritive. Dal punto di vista della qualità non ci possono essere dubbi: questa tipologia di birra non teme alcun confronto e anche dal punto di vista del benessere, fa sicuramente bene alla salute.

Infine, probabilmente l’aspetto di maggiore importanza, è legato al fatto che consumare una birra artigianale vuol dire poter gustare una birra dal sapore davvero unico. Se le birre industriali vengono realizzate per soddisfare un’ampia fetta di clienti, in questo caso le birre artigianali si caratterizzano per avere mille sfaccettature, rappresentando dei prodotti davvero esclusivi e con un gusto unico.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo