Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/bruno-gambarotta-ospitebrdi-passepartout-en-hiver-56e696d14e7441-nkihi8dq1g4atwibrjvtd7b42fnl8ca0duhs5uzc7c.jpg" title="Bruno Gambarotta ospite
di Passepartout en hiver" alt="Bruno Gambarotta ospitedi Passepartout en hiver" loading="lazy" />
Cultura e Spettacoli

Bruno Gambarotta ospite
di Passepartout en hiver

Dopo Livio Musso e Augusta Mazzarolli, tocca a Bruno Gambarotta salire sul palco di Passepartout en hiver, ciclo di conversazioni organizzato dalla Biblioteca astense. Domenica alle 17 alla Casa del

Dopo Livio Musso e Augusta Mazzarolli, tocca a Bruno Gambarotta salire sul palco di Passepartout en hiver, ciclo di conversazioni organizzato dalla Biblioteca astense. Domenica alle 17 alla Casa del Teatro di via Goltieri il giornalista racconterà se stesso e la sua lunga esperienza in Rai a partire dal suo recente romanzo "Ombra di giraffa" (Garzanti, 207 pagine, 14,90 euro).

Anche il protagonista della storia, Felice Chiapasso, ha un passato nella tv pubblica: alla sua scomparsa, intorno alla bara si stringono solo cinque anziani, ex colleghi determinati a rendere omaggio a quello che considerano un pioniere della televisione. Poco tempo dopo il funerale, un sedicente movimento "contro la decadenza della Rai" rapisce il direttore della sezione Fiction. Perché allora non approfittare del momento per dedicare una fiction alla tv pubblica dei tempi d'oro? I cinque vecchietti ricevono così l'incarico di scrivere una sceneggiatura per ricordare Ombra di giraffa e tutta una generazione, la loro, di inguaribili romantici.

L'incontro di domenica con Bruno Gambarotta sarà anche l'occasione per scoprire i dipinti di due artisti che accompagneranno con le loro opere il pomeriggio con Passepartout en hiver. Si tratta di Elisabetta Moretti, per la seconda volta ospite di Passepartout en hiver, originaria di Grosseto ma astigiana di adozione, si è avvicinata all'arte frequentando le gallerie d'arte della Repubblica Dominicana dove ha appreso le tecniche dei maggiori artisti locali; il secondo artista ospite sarà il torinese Filippo Pinsoglio fin dalla tenera età ha frequentato gallerie e botteghe d'arte di maestri, dedicandosi alla pittura ed alle arti figurative. Ingresso libero fino a esaurimento posti. La rassegna ha il sostegno di Comune, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Fondazione CRT e Reale Mutua Assicurazioni.

e.p.r.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link: https://whatsapp.com/channel/0029Va8jc2O0LKZAUYo2g63v

Scopri inoltre:

Edizione digitale