Cantate o scritte, rivivonole parole lasciate da Faletti
Cultura e Spettacoli

Cantate o scritte, rivivono
le parole lasciate da Faletti

E' trascorso più di un anno dalla scomparsa di Giorgio Faletti, un vuoto che questa estate è stato commemorato con il Premio intitolato a suo nome, e che ha portato sul palco di Astimusica tanti

E' trascorso più di un anno dalla scomparsa di Giorgio Faletti, un vuoto che questa estate è stato commemorato con il Premio intitolato a suo nome, e che ha portato sul palco di Astimusica tanti tra gli artisti che avevano collaborato con l'astigiano. Diverso nello spirito, ma simile nell'intento, sarà l'Omaggio a Giorgio Faletti che andrà in scena venerdì al Teatro Alfieri. Alle 21.15 spazio a uno spettacolo di musica, danza e teatro organizzato dalla My Day Accademy, in collaborazione con l'Ente Concerti del Castello di Belveglio.

La serata sarà un tuffo nelle parole di Giorgio Faletti: quelle cantate, canzoni composte non solo per sé ma anche per grandi voci femminili (Mina, Milva, Gigliola Cinquetti), e quelle scritte, tratte da "Pochi inutili nascondigli", collezione di racconti uscita nel 2008. «Nel corso dello spettacolo si alterneranno letture, balletti e musica ?- spiegano gli organizzatori -? legati e amalgamati tra loro in modi sempre differenti e mai banali, per rendere omaggio attraverso tutti i linguaggi dello spettacolo un uomo e un artista tanto amato, la cui prematura scomparsa ha lasciato un grande vuoto nel mondo artistico, non solo dello spettacolo ma anche della cultura italiana.»

Lo spettacolo porterà in scena i ballerini della My Day Academy con le coreografie di Laura Scaringella, gli attori Daniele Monachella e Elena Zo, le danzatrici Paola Fatima Casetta (danza africana) e Laura Scaringella, i musicisti Alessandra Franco (arpa), Piergianni Gillio e Pietro Ponzone (percussioni), in uno spettacolo che vuole riflettere l'eclettismo di Giorgio Faletti. Lo spettacolo, a ingresso libero, è stato organizzato grazie al contributo della BIM e della Regione Piemonte, in collaborazione con Atl, Comune e Provincia di Asti.

e.p.r.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale