Comuni del Moscato: nuove regole in arrivo
Cultura e Spettacoli

Comuni del Moscato: nuove regole in arrivo

L’assemblea dei sindaci del Moscato, in seguito alle mancate elezioni del nuovo presidente e del nuovo consiglio previste dall’ordine del giorno, ha approvato la proposta di prorogare fino alla

L’assemblea dei sindaci del Moscato, in seguito alle mancate elezioni del nuovo presidente e del nuovo consiglio previste dall’ordine del giorno, ha approvato la proposta di prorogare fino alla fine di quest’anno la struttura dell’attuale Consiglio Direttivo. Infatti in un’ultima riunione era emersa la proposta da parte dei sindaci della provincia di Cuneo di rivedere i criteri della turnazione tra le tre province del Moscato, e di considerare  nuove ipotesi di rappresentanza dei Comuni delle tre province all’interno dello stesso organo Direttivo. Mancando quindi i tempi per formulare una nuova proposta, è stata chiesta la proroga che lascerà il tempo di preparare nuove soluzioni da sottoporre a tutti i Comuni dell’associazione.

L’assemblea ha anche approvato di confermare le attuali quote associative di partecipazione per ogni Comune facente parte del territorio del Moscato, stabilite da una proporzione data dagli ettari di vigneto e della popolazione. Approvati anche il bilancio consuntivo per l’anno 2014 e quello preventivo del 2015, quest’ultimo comprende anche un impegno promozionale all’EXPO di Milano attraverso un progetto dedicato al moscato. Prosegue quindi l’impegno di Giovanni Borriero, sindaco di Costigliole D’Asti, come presidente dell’attuale Consiglio Direttivo insieme ai sindaci dei comuni componenti dell’attuale consiglio direttivo.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo