Con Eva dall’incanto del paradiso alla sua perdita per amore
Cultura e Spettacoli

Con Eva dall’incanto del paradiso alla sua perdita per amore

Venerdì e sabato alle 21,30, domenica alle 17,30 e alle 21,30 alla Casa del Teatro (ex auditorium del Centro Giovani in via Goltieri), per la rassegna "La Prima e Le Altre", debutta

Venerdì e sabato alle 21,30, domenica alle 17,30 e alle 21,30 alla Casa del Teatro (ex auditorium del Centro Giovani in via Goltieri), per la rassegna "La Prima e Le Altre", debutta "Il diario di Eva" dell’Associazione Culturale Grandangolo. Uno spettacolo di contaminazione tra parole e musica , in cui l’arpa e la musicista diventano simbolo "divino" della creazione, che accompagna lo spettatore nel viaggio di Eva alla scoperta di tutto ciò che la circonda, dall’incanto del paradiso alla sua perdita per amore.

Commenta Alessio Bertoli, regista dello spettacolo: «Abbiamo cercato una singolare, satirica, ma nello stesso tempo, emozionante rivisitazione del celebre mito. Un tempo, probabilmente, un ‘rifacimento’, un adattamento teatrale della Bibbia sarebbe stato considerato scandaloso».
La versione teatrale è liberamente ispirata al testo di Mark Twain, in forma di monologo “contaminato” dalle melodie eseguite dal vivo dalla musicista Alessandra Franco all’arpa – simbolo della Creazione – ispirato alla controcultura hippie degli anni sessanta/settanta: i costumi di scena di Monica Torino, le immagini dell’art designer Paola Malfatto. In scena l’attrice c’è Elena Zo. Ci siamo divertiti ad immaginare come siano potute andare realmente le cose e a come possa esser nata l’attrazione tra i due sessi.

È una versione ironica e fiabesca dell’incontro tra l’uomo e la donna per eccellenza, caricati di tutti gli stereotipi dell’uomo moderno, come se fossero vissuti davvero ai nostri giorni. Adamo (che non vedremo mai in scena) è raccontato attraverso gli “occhi di bimba” da Eva: un ‘esperimento’, come lei stessa lo definisce, dai modi un po’ rozzi e facilmente irritabile, infastidito dalla presenza dell’ altro “esperimento”, Eva stessa, che lo segue incuriosita, parlando ininterrottamente e dando un nome a tutte le cose. Eva è romantica, vanitosa, chiacchierona. Adamo è cinico, solitario, rude.

a.g.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo