Concerti fuori porta: "Apriti Sesamo", il Maestro Battiato torna in cattedra
Cultura e Spettacoli

Concerti fuori porta: "Apriti Sesamo", il Maestro Battiato torna in cattedra

“Passacaglia”. Questo il titolo della canzone che ha aperto lo scorso ottobre la strada all’ultimo album di inediti del cantautore siciliano Franco Battiato, “Apriti Sesamo”. Il tour del

“Passacaglia”. Questo il titolo della canzone che ha aperto lo scorso ottobre la strada all’ultimo album di inediti del cantautore siciliano Franco Battiato, “Apriti Sesamo”. Il tour del cantautore tocca anche la città di Torino, lunedì sera, nel prestigioso contesto del Teatro Regio, proscenio ideale per chi come lui ha saputo negli anni districarsi in tutti gli ambiti della cultura artistica, dalla composizione alla regia, dalla scrittura alla pittura. Una personalità polimorfa che si è riflessa anche nella musica in cui Battiato si è confrontato con molteplici stili musicali, combinandoli spesso tra loro in un approccio eclettico: dagli inizi romantici, alla musica sperimentale, passando per l’avanguardia colta, l’opera lirica, la musica etnica, il rock progressivo, la musica leggera fino all’elettronica. Un concerto da seguire con attenzione (ingressi da 35 a 69 euro, info su TicketOne).
 
Detto di Battiato, passiamo al weekend nei club torinesi che si apre questa sera, venerdì, al Folkclub con l’esibizione del cantautore nordirlandese Bap Kennedy, nuovo astro del cantautorato internazionale già al lavoro con nomi di primo piano quali Mark Knopfler, Steve Earle e Van Morrison; nel 2012 è uscito il suo ultimo disco, “The Sailor’s Revenge”, prodotto proprio da Knopfler (ingressi da a 18 euro, info 011/9561782). All’Hiroshima Mon Amour si celebra invece il ritorno dei Meganoidi, capaci di “incendiare” il locale lo scorso ottobre in occasione dell’ospitata nel “Partycillina” (19 euro, info 011/3176636). Domani, ancora al Folkclub, il talento pianistico, chitarristico e vocale di Gareth Williams, al top del Brit–jazz negli ultimi 25 anni, accompagnato per l’occasione da Enzo Zirilli (batteria e percussioni) per un intimo e intenso duo (da 8 a 15 euro). Nella stessa serata, al Ratatoj di Saluzzo (Cn), arriva il rock dei Rezophonic (info). Lunedì si torna a Torino, United Club per la precisione, con una vera e propria leggenda dello stoner–rock americano degli anni ’90, i Karma To Burn, trio riunitosi dopo lo scioglimento di qualche anno fa e l’ultimo album, “Almost Heathen” (info 011/2359816).

Chiudono la settimana nel capoluogo, giovedì allo Spazio 211, i Breton, band interessante che sfrutta la propria musica pop, hip–hop ed elettronica come colonna sonora per i film che gira e produce (da 10 a 12 euro, info 011/19705919). Infine al Jazz Club Torino (info 011/882939), questa sera, Giacomo Aula e Maria Viana Duo (10 euro), mercoledì jam session con Mala Waldron (gratis), giovedì “Hollywood jazz party” con l’attore/cantante americano Daniel McVicar (gratis).

Luca Garrone

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo