costigliole d'asti cascina castlèt picnic
Cultura e Spettacoli
Presentazione

Costigliole, nell’area picnic di Cascina Castlèt il libro del dottor Testore

In una location suggestiva tra la natura sarà presentato “Il gigante della Bassa” di Fortunato Tuttobene, alias il dottor Franco Testore

Una location suggestiva accoglierà nel pomeriggio di oggi, domenica, la presentazione del libro “Il gigante della Bassa” di Fortunato Tuttobene, alias il dottor Franco Testore. L’appuntamento è alle 17 a Costigliole d’Asti nel prato di strada Santo Stefanetto, angolo strada Cascinotto, in cui si trova l’area picnic con cassette per lo scambio dei libri realizzata dall’azienda vitivinicola costigliolese Cascina Castlèt (in caso di maltempo nei locali dell’azienda a pochi metri). Saranno presenti l’autore e l’editore. L’iniziativa è di Cascina Castlèt, Associ&Rete, Leggere ovunque Biblioteca diffusa e l’associazione CostiglioleCultura.

“Franco Testore, celato dietro lo pseudonimo di Fortunato Tuttobene, effettua riuscite ricostruzioni della prima metà del ‘900, che ambientano la visione romantico-anarchica, diffusa nella campagna emiliana con vicino l’importate respiro alieno dell’industria pesante, del mezzadro Ermete. Perfetto profilo di una società contadina al bivio, si delinea anche grazie a quelli che incontra: dal campo da coltivare al bar del paese, alle fughe sull’adorata bicicletta, al militare, alle bonifiche cui partecipa o al ciclismo, con i campioni nel neonato Giro d’Italia. Ma il suo sempre “della terra” si scontra con l’esaltazione per uno Stato moderno, rappresentata dal Partito Fascista: la società è divenuta simbolica e, sotto le armi, disprezza Filippo Tommaso Marinetti. Ma il suo padrone è un notaio rispettoso del lavoro, ed ecco aprirsi una prospettiva sociale, che non annulla i difetti di carattere in un uomo di 2 metri: al leader, il branco reagisce. La terra, la proprietà e la consulenza amorevole rezdòra e moglie Adalgisa, non bastano a capire. Ermete si scontra, cade e per sempre cercherà vendetta all’umiliazione. L’excipit consiste di alcune pagine di rara profondità e delicatezza”.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo