Museo San Giovanni
Cultura e Spettacoli

Da lunedì riapre il Museo diocesano San Giovanni di Asti

Oltre alla collezione permanente, saranno esposte le opere donate dagli artisti ospitati in questi primi dieci anni di eventi pubblici

Riapre il Museo diocesano San Giovanni

Dopo il lungo periodo di chiusura forzata dovuto alla pandemia, il Museo diocesano San Giovanni di Asti riapre le porte al pubblico.
A partire da lunedì 22 giugno sarà possibile infatti visitare gli spazi dell’ex cattedrale di San Giovanni, in via Natta 36, dal lunedì alla domenica, prenotando con almeno un giorno di anticipo.
In occasione del decimo anniversario di apertura al pubblico, i visitatori troveranno in esposizione, affiancate a quelle della collezione permanente, molte delle opere donate dagli artisti ospitati dal museo in questi anni (Luciano Berruti, Isabella Böhlen-Distretti, Giovanni Buoso, Giulio Lucente Martin Matschke, Sergio Omedé).
Per incoraggiare la conoscenza del patrimonio storico e artistico diocesano, il Museo diocesano sarà visitabile ad ingresso libero. Nel rispetto delle prescrizioni vigenti volte ad evitare contagi da Coronavirus, per accedervi sarà necessario indossare la mascherina, igienizzare le mani con l’apposito detergente (disponibile all’ingresso) e mantenere la distanza minima di un metro dagli altri visitatori.
La prenotazione va effettuata chiamando il numero 351/7077031 oppure inviando allo stesso numero un sms o un messaggio tramite WhatsApp o Telegram. Si potrà anche prenotare via mail scrivendo all’indirizzo: museo@sicdat.it.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo