Fuoriluogo Asti mostra cartoline
Cultura e Spettacoli
Iniziativa

Da oggi a Fuoriluogo la mostra fotografica che arriva da Londra

Fino al 31 maggio saranno esposte 200 fotografie nell’ambito di “Postcards from the Great Britain” curata da Dayana Marconi

Da oggi (venerdì) fino al 31 maggio sarà possibile visitare, alle vetrate della residenza culturale FuoriLuogo, la mostra “Postcards from the Great Britain” : un progetto su larga scala pensato e ideato da Shutter Hub, un’organizzazione londinese operante a livello mondiale che invita i fotografi a condividere la loro visione sulla cultura britannica attraverso immagini, in modo da creare interazioni e scambio.
Le mostre sono tenute in tutta Europa, selezionando location in luoghi di passaggio che abbiano grosse vetrate, affinchè le foto (circa 200), che sono in formato cartolina, possano esser viste dall’esterno.

La curatrice

Curatrice dell’esposizione è Dayana Marconi. Membro associato della Royal Photographic Society e di Women Occupy Hollywood, è una fotografa astigiana, laureata presso la Falmouth University, che ha lavorato a livello internazionale. Con FuoriLuogo ha già collaborato creando una mostra interattiva per il suo progetto di master “I can hear you now”.
Le sue immagini sono state selezionate diverse volte da Shutter Hub e sono diventate parte di importanti collettive da loro create a Londra, Amsterdam, Rotterdam, oltre che in Francia. Dopo aver vinto un posto nell’Art Residency “The Lab: Human 2019-2020” presso Yogurt Magazine a Roma, sta attualmente lavorando, oltre che per la mostra allestita a FuoriLuogo, alla sua prima pubblicazione intitolata “Caterpillar”, che verrà auto-pubblicata in edizione limitata entro il 2021.

Il commento del presidente Crisci

“La mostra – commenta Riccardo Crisci, presidente dell’associazione FuoriLuogo – è stata lanciata ad Haarlem al famoso hotel Lion D’Or e da lì avrebbe dovuto proseguire svolgendosi all’interno degli spazi fisici come di consueto. L’arrivo del Covid, però, ha costretto gli organizzatori a reinventare le modalità di fruizione, per cui è nata loro l’idea di utilizzare spazi situati in luoghi di passaggio e dotati di grosse vetrate, trasformandole cosi in bacheche visibili dall’esterno. Quando, grazie alla connessione creata da Dayana Marconi, è nata la possibilità di far parte di questo circuito europeo, ci è sembrata subito un’idea molto bella. Anche in un momento in cui viaggiare o prendere un aereo sembra ancora un miraggio, ci piace pensare di riuscire a portare le persone tramite la fantasia e l’immaginazione in uno spazio senza confini e restrizioni. Tra l’altro, non sarà necessario entrare dentro FuoriLuogo per godere di queste splendide foto che raccontano le mille sfumature della cultura inglese a 360 gradi attraverso gli occhi degli artisti”.
“Stiamo poi lavorando – prosegue – per creare una sorta di restituzione, attivando una call per fotografi in cui si chiederà di raccontare Asti e il suo territorio attraverso la fotografia, secondo la propria prospettiva. Ma questa iniziativa, e altre legate al mondo della fotografia, verranno comunicate in seguito via via che la situazione pandemica andrà migliorando”.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail