Ghiselli
Cultura e Spettacoli
Rassegna

Domenica 16 gennaio al via Passepartout en hiver

Torna il ciclo di incontri dedicato ad autori e artisti del territorio. Ospiti del primo appuntamento Gianluca Ghiselli e Nicola Colucciello

Comincerà nel fine settimana l’edizione 2022 di “Passepartout en hiver – Conversazioni d’inverno”, il ciclo di incontri dedicato ad autori e relatori astigiani (o legati comunque al territorio), promosso dalla Biblioteca Astense e dalla CNA, in programma fino al 20 marzo tutte le domeniche in biblioteca (via Goltieri 3).

Il relatore

Domenica 16 gennaio alle 17 Gianluca Ghiselli sarà protagonista dell’incontro “Un anno in Antartide”. Attuale direttore del Pronto soccorso dell’ospedale Cardinal Massaia, tra il 2018 e il 2019 Ghiselli ha partecipato alla quindicesima spedizione invernale presso la stazione italo-francese Concordia in Antartide, punto avanzato della ricerca scientifica in ambienti estremi, coordinata per l’Italia dal Consiglio nazionale delle Ricerche e l’Enea.
La base, permanente dal 2005, è posta a oltre 3200 di altitudine a quattro ore di volo da altre più vicine. Un sito ideale per gli studi di climatologia, sismologia, fisica dell’atmosfera, oltre che per l’osservazione astronomica: infatti l’Antartide è ancora un luogo incontaminato, fondamentale per la conoscenza del passato e la previsione del futuro del pianeta.
Da medico delle urgenze Ghiselli aveva il compito di tenere sotto controllo la salute dei componenti la missione. E in occasione del primo incontro della rassegna racconterà proprio questa esperienza.

L’artista ospite

Come nelle scorse edizioni, a ogni evento sarà presente uno dei pittori della CNA Artisti, coordinati da Marisa Garramone, che offrirà l’interpretazione grafica del tema proposto. Gli artisti illustreranno le proprie opere prima di ogni incontro.
Ospite di domenica 16 gennaio sarà Nicola Colucciello: decoratore e restauratore, è diplomato al Liceo Artistico di Brera e in Scenografia presso l’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. Tra i suoi lavori di restauro, tra i più importanti va citato quello svolto presso la chiesa di San Nicolao, a Monteu Roero. Per quanto riguarda, invece, l’ambito decorativo, è doveroso il riferimento ai lavori eseguiti presso il castello di Lavezzole.
Ingresso gratuito, in ottemperanza alle normative in corso, con Green Pass rafforzato e mascherina FFP2, dato che si tratta di un incontro (per la frequentazione ordinaria della biblioteca, invece, è sufficiente la mascherina chirurgica).

Gli altri appuntamenti

La rassegna “Passepartout en hiver” proseguirà domenica 23 gennaio con Alberto Perduca, già Procuratore della Repubblica di Asti, relatore de “I Balcani tra passato che non passa ed avvenire che non arriva”, in cui parlerà della Missione Eulex, cui ha preso parte, volta a consolidare lo Stato di diritto in Kosovo Artista ospite: Maurizio Carrer.
Il 30 gennaio sarà la volta di Stella Perrone, dirigente dell’istituto superiore Alfieri, che presenterà “La mia vita”, il libro scritto dal marito Roberto Galli, mancato nei mesi scorsi (artista ospite Marisa Garramone) . Quindi il 6 febbraio Roberto Gerbi, direttore dei presidi ospedalieri riuniti Asti e Valle Belbo, con “Nel paese dei limoni” (artista ospite Giorgio Panelli); il 13 febbraio la storica Benedetta Saglietti con “La 5. Sinfonia di Beethoven recensita da E.T.A Hoffmann” (artista ospite Marzio Broda); il 20 febbraio il giornalista Domenico Quirico con “Afghanistan” (artisti ospiti Viviana Gonella e Massimo Rizzieri Paganini); domenica 27 febbraio l’esperto di turismo Pietro Giovannini con il romanzo turistico “Impossible Langhe” (artista ospite Paolo Viola).
Infine il 6 marzo la scrittrice Maura Maffei con “Quel che abisso tace”, ambientato nel 1940, che parla del naufragio del transatlantico Arandora Star (artista ospite Rossana Turri). Domenica 13 marzo Carlo Pertusati (docente e studioso di ecumenismo, ha lasciato il sacerdozio un anno fa) con “50 piccole storie di chiese divise in cerca di unità” (artista ospite Ottavia Boano Baussano). Ultimo incontro, il 20 marzo, con la giornalista e scrittrice Laura Nosenzo che presenterà “Io c’ero. Cinquantuno storie tra fascismo e liberazione” scritto con Loredana Dova (Barbara Fantaguzzi).
Gli incontri si terranno sempre alle 17. Per ulteriori informazioni: http://www.bibliotecastense.it.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo