Duo Petrouchka, il pianoforteinvoca Pan in una Parigi di inizio ‘900
Cultura e Spettacoli

Duo Petrouchka, il pianoforte
invoca Pan in una Parigi di inizio ‘900

Il Circolo filarmonico astigiano e Rive?Gauche Concerti uniscono le proprie forze e rassegne musicali, rispettivamente "Asti in concerto" e "Musiche in mostra", per l'evento

Il Circolo filarmonico astigiano e Rive?Gauche Concerti uniscono le proprie forze e rassegne musicali, rispettivamente "Asti in concerto" e "Musiche in mostra", per l'evento che questa sera, sabato (ore 21.15), tiene banco all'Archivio di Stato di Asti (via Govone 9). Sul palco sale il Duo Petrouchka formato da Massimo Caselli e Alessandro Barneschi per "Pour invoquer Pan, dieu du vent", concerto per pianoforte a quattro mani dedicato al periodo dell'impressionismo e del simbolismo francese e parigino del primo ?900. Saranno infatti le musiche di Debussy, Ravel, Poulenc, Iamone e Satie, insieme alle loro abilità ed esplorazioni timbriche e tecniche, le grandi protagoniste della serata.

Il duo Caselli-Barneschi fa la sua prima apparizione in pubblico nel 1999 a Roma, ma la sua genesi avviene nell'ambito di una decennale frequentazione didattica. Dopo l'esordio romano, il duo ha avuto modo di far apprezzare le proprie doti di affinità artistica e espressiva in una serie di recital in Italia e all'estero per importanti associazioni concertistiche riscuotendo sempre ottimi riscontri da parte di critica e pubblico. Sia Caselli sia Barneschi, perfezionatisi con docenti quali Lazar Berman, Konstantin Bogino e Alain Meunier, vantano un corposo curriculum individuale in campo sia solistico sia cameristico con tournee in Austria, ex Yugoslavia, Grecia, Germania, Brasile, Australia, Francia oltre a una serie di affermazioni in concorsi nazionali e internazionali.

Entrambi i pianisti svolgono un'intensa attività didattica come docenti in istituzioni scolastiche toscane e tengono regolari masterclass, lezioni?concerto e corsi di aggiornamento didattico per docenti, università italiane e straniere e per la Società italiana di educazione musicale. L'ingresso al concerto è libero, info e prenotazioni 0141/538057 o 346/5761400.

Luca Garrone

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo