Canelli, l’Enoteca riaprelo shop e cerca un nuovo chef
Cultura e Spettacoli

Canelli, l’Enoteca riapre
lo shop e cerca un nuovo chef

Inaugurazione in sordina per il nuovo Wine Shop dell'Enoteca Regionale di Canelli che dallo scorso settembre, proprio in occasione di Canelli Città del Vino, ha aperto i battenti in via G.B.

Inaugurazione in sordina per il nuovo Wine Shop dell'Enoteca Regionale di Canelli che dallo scorso settembre, proprio in occasione di Canelli Città del Vino, ha aperto i battenti in via G.B. Giuliani, nella sede del Centro Servizi che ospitò un tempo le scuole elementari. Il taglio del nastro vero e proprio del punto vendita non si è tenuto perché, come spiega il presidente dell'Enoteca Andrea Ghignone, «la cerimonia ufficiale è prevista per la prossima primavera, quando verrà aperto anche il Ristorante e il Wine Bar che andranno a completare l'offerta della struttura, autentica vetrina delle specialità enogastronomiche locali».

In questa fase di transizione, presso il Centro Servizi di via G.B. Giuliani, dunque, è possibile solo acquistare le oltre 200 etichette esposte provenienti dalle cantine degli oltre cinquanta soci dell'Enoteca. Con l'apertura del Ristorante e del Wine Bar si procederà anche alle degustazioni e agli abbinamenti di piatti tipici. In corso Libertà di conseguenza non rimane più nulla dell'Enoteca Regionale e il ristorante gestito dalla società "La Compagnia del Gusto" di Diego Crippa, che finora ha operato sotto il cappello dell'Enoteca, dovrà presto cambiare nome.

«Quando abbiamo deciso di trasferirci in via G.B. Giuliani abbiamo proposto alla vecchia gestione di seguirci in questa avventura ma quest'ultima non ha mostrato interesse -? ha spiegato Ghignone – Ora emetteremo un bando per la gestione del nuovo ristorante che, auspichiamo, possa essere inaugurato entro il 1° maggio 2015 in concomitanza dell'Expo di Milano». Questa sera, mercoledì, il consiglio di amministrazione dell'ente si riunirà a Canelli per elaborare il testo del bando che esporrà i requisiti richiesti per la gestione del Ristorante e del Wine Bar.

Intanto la giunta comunale ha già approvato con una delibera i lavori di adeguamento locali previsti all'interno del palazzo. Il contributo del Comune di Canelli sarà di 60 mila euro per la messa a norma dei locali. La scelta di operare il trasloco è stata valutata dal Comune (che in quanto socio versa all'Enoteca una quota di 10 mila euro annui) e da Andrea Ghignone presidente dell'Enoteca canellese. Duplici le ragioni: da una parte quella di ampliare l'offerta dell'ente e dall'altra di contenere i costi. «Il canone di affitto per i locali di corso Libertà era di 25 mila euro l'anno ? spiega il sindaco Marco Gabusi ? in via Giuliani non si pagherà più nulla perché i locali sono di proprietà del Comune».

I lavori per l'adeguamento dei locali potrebbero partire già nelle prossime settimane. A questo proposito è stata presentata domanda in Regione Piemonte per la richiesta di 70 mila euro di contributi per il sostegno del progetto.

Lucia Pignari

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale