Iacchetti Enzo LAE
Cultura e Spettacoli
Intervista

Enzo Iacchetti: “I miei racconti per la Croce Rossa”

Domenica 12 dicembre il popolare conduttore televisivo sarà ospite di Letteratura Alternativa Edizioni. Presenterà il suo “Non è un libro (solo pensieri acidi e non)” dall’obiettivo solidale

«Abito vicino all’ospedale Niguarda di Milano e ho vissuto il periodo più buio della pandemia sentendo le sirene delle ambulanze. Un rumore di terrore, ma anche di speranza. Allora ho pensato di dare il mio contributo con questa pubblicazione».
Sono le parole del popolare conduttore televisivo e attore Enzo Iacchetti che, domenica 12 dicembre alle 17.30, sarà ospite nella nuova sede di Letteratura Alternativa Edizioni, in via Bonzanigo 34. Presenterà “Non è un libro (solo pensieri acidi e non)”, da lui scritto, edito e distribuito con l’obiettivo di finanziare l’acquisto di una nuova ambulanza per la Croce Rossa Italiana.
In vista di questo appuntamento lo abbiamo raggiunto telefonicamente per saperne di più.
Come è nata l’idea del libro?
Durante il lockdown ho annotato pensieri, riflessioni e aneddoti su numerosi fogliettini, appiccicandoli per tutta la casa. Quando poi, grazie alle vaccinazioni, si è vista la luce in fondo al tunnel, ho deciso di raccoglierli e realizzare un libro.
Come si sviluppa?
Comprende pensieri comici e buffi, riflessioni più serie (ad esempio in riferimento ai morti di Bergamo e alle bare che non hanno nome), poesie, fotografie che mi ritraggono quando ero chiuso in casa durante il lockdown. E ancora, racconti e aneddoti riferiti a ciò che vedevo dalla finestra. Il tutto con la speranza che la gente si vaccini sempre più. Far capire l’importanza delle vaccinazioni è ormai diventata una mia lotta quotidiana.
Il titolo della pubblicazione è “Non è un libro”. Come mai?
Con questo titolo ho voluto sottolineare che non sono uno scrittore o un romanziere e che la mia pubblicazione differisce dai libri perché ha un numero di pagine piuttosto ridotto (70), non è un saggio e non ha un costo fisso. Chi desidera averla, infatti, deve effettuare una donazione.

L’obiettivo solidale

Enzo Iacchetti

A chi vanno i proventi?
Alla Croce Rossa Italiana per l’acquisto di un’ambulanza. Vede, io abito vicino all’ospedale Niguarda di Milano e ho vissuto il periodo più buio della pandemia sentendo le sirene delle ambulanze. Un rumore di terrore ma anche di speranza, dato che l’obiettivo era portare i pazienti in ospedale per salvarli. Così ho pensato di dare il mio contributo con questa pubblicazione.
Si è affidato ad una casa editrice?
No, ho fatto tutto da solo, dalla stesura alla stampa, dalla distribuzione alla promozione, dato che sto presentando il libro dallo scorso luglio passando dal Nord al Sud Italia. Se mi fossi affidato ad una casa editrice non avrei potuto devolvere interamente il ricavato allo scopo prefissato.
Dove si può acquistare?
Il libro non è presente nei negozi e nemmeno on line. E’ acquistabile solo in occasione delle mie presentazioni. Mi piace “metterci la faccia” e vedere il pubblico per il piacere reciproco di un bell’incontro.
Come spiego durante le presentazioni, secondo me l’offerta minima è 10 euro. Con 20 euro si passa un buon weekend e con oltre 20 gli acquirenti saranno fortunati (ride, ndr).
Ha già deciso la destinazione dell’ambulanza?
No, valuterò insieme alla Croce Rossa dove destinarla. Per esempio laddove non è presente o si vive la pandemia con maggiore difficoltà.
A quanto ammonta la cifra e quanto ha già raccolto?
L’ambulanza ha un costo di 85mila euro e finora siamo arrivati a 46mila euro. Pensavo che avrei raggiunto la cifra prefissata per Natale, invece saranno ancora necessari circa due mesi. Comunque confido che anche Asti farà la propria parte.

Il rapporto con Asti

E’ già stato nella nostra città?
Sì, sono venuto in occasione del Premio Giorgio Faletti (nel 2015 e nel 2016, in qualità di componente del comitato scientifico, ndr).
Conosceva bene Faletti…
Sì, avevamo cominciato insieme la carriera a Milano. Eravamo molto amici, la sua scomparsa è stata una grandissima perdita.
Presentazioni del libro a parte, quali sono i suoi progetti lavorativi per i prossimi mesi?
Lunedì 13 dicembre ricomincerò la conduzione di “Striscia la notizia”, sempre con Ezio Greggio al mio fianco. Dopodiché, sperando che la pandemia non peggiori, a febbraio inizierò le prove di una nuova commedia, intitolata “Bloccati dalla neve” insieme a Vittoria Belvedere. La storia racconta di un uomo e una donna chiusi in casa a causa di una forte nevicata. Dapprima si odiano ma poi, grazie alla convivenza forzata, le cose cambieranno.
Una commedia comica che porterei volentieri anche ad Asti.

Come partecipare

Per partecipare alla presentazione del libro di Enzo Iacchetti sarà necessario prenotare e possedere la tessera 20Eventi della casa editrice Letteratura Alternativa Edizioni che si può richiedere in sede. Per informazioni: info@letteraturaalternativa.it; 0141/439035.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail