Eros Ramazzotti, la conquista del mondo riparte da Torino
Cultura e Spettacoli

Eros Ramazzotti, la conquista
del mondo riparte da Torino

Fine settimana in compagnia dei big della musica italiana quello in arrivo a Torino. La copertina spetta, se non altro per ragioni di “anzianità” artistica, a Eros Ramazzotti che, domani e

Fine settimana in compagnia dei big della musica italiana quello in arrivo a Torino. La copertina spetta, se non altro per ragioni di “anzianità” artistica, a Eros Ramazzotti che, domani e domenica, è atteso in un doppio appuntamento al Palaolimpico Isozaki. Il capoluogo piemontese è per il cantante romano una delle prime tappe del nuovo e atteso tour mondiale che lo porterà prima attraverso la nostra Penisola, poi in Europa e infine nei paesi del mondo che da sempre lo seguono con affetto. I concerti seguono la pubblicazione dell’ultimo album, “Noi”, uscito lo scorso 13 novembre per la Universal Music (info su TicketOne).  

Il weekend inizia però questa sera, venerdì, al Teatro Colosseo con un altro ritorno importante. Si tratta dei Baustelle che, dopo le quattro anteprime a febbraio con la Ensemble Simphony Orchestra diretta da Enrico Gabrielli, danno il via al tour teatrale proprio da Torino. Un tour che presenta il nuovo album, “Fantasma”, e vede la band in una formazione allargata con le aggiunte di Alessandro Maiorino al basso, Diego Palazzo alle chitarre, Paolo Inserra alla batteria, Sebastiano De Gennaro alle percussioni, Roberto Romano ai fiati e Paolo Raineri alla tromba (ingressi da 21 a 36 euro, info 011/6698034).

Nella stessa serata, al Folkclub, transita la band americana degli Oregon, primo vero gruppo negli anni ’70 a gettare le fondamenta dei ponti musicali tra Oriente e Occidente in modo metodico (da 15 a 30 euro, info 011/9561782). Domani, invece, tre appuntamenti eterogenei. Partiamo dal Teatro Colosseo dove, con lo spettacolo a metà tra one–man–show e commedia musicale “C’era una volta…un jeans e una maglietta”, torna in scena Nino D’Angelo, una delle icone della musica neomelodica napoletana (da 16 a 29 euro, info 011/6698034). All’Hiroshima Mon Amour arrivano i Modena City Ramblers con un nuovo doppio album di inediti, “Niente Di Nuovo Sul Fronte Occidentale” (13 euro, info 011/3176636), mentre al Folkclub sono protagonisti i suoni indiani tradizionali thumri–dadra di Vidya Rao & Kamod Raj Palampuri (da 9 a 18 euro).  

La settimana prosegue poi mercoledì con l’atteso concerto al Teatro Colosseo dello Stefano Bollani Danish Trio (da 19 a 36 euro) e giovedì con due concerti: il primo è quello dei Matmos, straordinario duo elettronico di San Francisco in scena al Cap 10100 (da 13 a 15 euro, info www.musica90.net), il secondo è quello del cantautore romano Davide Combusti, in arte The Niro, al Musicdrome di Moncalieri (info sul sito del Musicdrome).

Luca Garrone

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo