Francesco pinna e sindaco rasero
Cultura e Spettacoli

Francesco Pinna, l’arte nel nome di Ayrton e tanti campioni dello sport

Conosciamo da vicino un asso delle opere in vetro e su sfere, tutto astigiano

Francesco Pinna, l’arte nel nome di Ayrton e tanti campioni dello sport

Storia di passione, e arte. Lo sport, Asti e la sua storia quali comuni denominatori. Francesco Pinna è un asso delle opere in vetro e su sfere, tutto astigiano. «Ho iniziato questo percorso dopo anni di pittura e restauri di affreschi – racconta Francesco – Un hobby decisamente impegnativo, attraverso il quale esprimere la mia arte». Pinna si è diplomato in un settore che non ha nulla a che vedere con il campo artistico: «Sono un naif, e questo è un dono che ho da bambino e che mi porta a conoscere, sperimentare, esprimermi. Amo questa mia passione e, quando dipingo o incido su vetro, mi assento dal resto del mondo, dedicando la mia anima all’opera che deve nascere». La sua è una passione, che, grazie alla qualità dei lavori svolti, l’ha portato ad aprire gli orizzonti verso diversi campi prestigiosi, lavorando a opere di interesse nazionale: «Ho fatto lavori per la Fondazione Simoncelli, per calciatori famosi, anche per il grande Claudio Giovannone, preparando ritratti e altre opere per i suoi amati Orange e la sua famiglia. Da buon astigiano sono legato anche alle nostre tradizioni, e ho prodotto opere riguardanti il Palio». La più grande soddisfazione della sua carriera artistica? «Senza dubbio ciò che mi rende più orgoglioso è stata la partecipazione, con le mie opere in vetro e non, alla mostra dedicata ad Ayrton Senna tenutasi nella nostra città. Un grande attestato di stima, per il quale non finirò mai di ringraziare Claudio Giovannone, che ha voluto esporre i miei lavori».

Davide Chicarella

Articolo completo sull’edizione di venerdì 14 febbraio de “La Nuova Provincia”

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo