Il cinepanettone quest’anno si moltiplicaMa in sala c'è anche la favola Disney
Cultura e Spettacoli

Il cinepanettone quest’anno si moltiplica
Ma in sala c'è anche la favola Disney

Se pensavate di esservi liberati del cinepanettone, vi sbagliavate di grosso: ha solo cambiato nome. Niente più “Natale a…” con Boldi e De Sica che si ritrovano ogni dicembre a New York,

Se pensavate di esservi liberati del cinepanettone, vi sbagliavate di grosso: ha solo cambiato nome. Niente più “Natale a…” con Boldi e De Sica che si ritrovano ogni dicembre a New York, Cortina o esotiche località di villeggiatura; le pellicole che si candidano a commedia del Natale 2013 sono almeno tre. Leonardo Pieraccioni propone il suo nuovo film, “Un fantastico via vai”, di cui è anche interprete nei pani di Arnaldo. Un normalissimo padre di famiglia che è giunto a quell’età in cui si fa forte il desiderio di tornare indietro nel tempo, per riassaporare il gusto della goliardia di quando si era studenti. Quando la moglie lo butta fuori di casa, dopo una serie di incomprensioni, il suo desiderio viene esaudito: bussa alla porta di una casa occupata da studenti e inizia a confrontarsi con i loro dubbi e le loro speranze. Quanto saranno diversi?

Sugli schermi durante le feste rivedremo anche i volti di Claudio Bisio, Diego Abatantuono, Raoul Bova, tutti protagonisti di “Indovina chi viene a Natale”, film a episodi firmato da Fausto Brizzi. E in sala non mancherà nemmeno Neri Parenti, uno che di cinepanettoni ne ha sfornati a decine: sarà infatti il regista di “Colpi di fortuna”, strutturato a episodi con i volti di Christian De Sica, Luca e Paolo, Francesco Mandelli e altri. Altro grande classico natalizio sono i film di animazione, un campo su cui quest’anno si scontrano i colossi Disney e Sony Pictures. Da una parte c’è “Frozen”, avventura fiabesca ambientata in un regno flagellato da un interminabile inverno, dall’altra il ritorno di “Piovono polpette”, fortunato film del 2009 che vede però un cambio di regista e sceneggiatore per il suo seguito.

Giovani e meno giovani attendono con uguale trepidazione il secondo film tratto da Lo hobbit di Tolkien: “La desolazione di Smaug” porterà Bilbo Baggins, i nani e Thorin Scudodiquercia a incontrare nuovi personaggi e antichi mostri, sulla strada verso la Montagna Solitaria. Non meno interessanti i film che usciranno tra Natale e il 1 gennaio, su tutti “The butler”, biografia del maggiordomo che servì alla Casa Bianca sotto sei presidenti. Forest Whitaker è il protagonista, diretto da Lee Daniels. Stephen Frears è invece il regista del commovente Philomena, un’altra prova da attrice per Judi Dench, qui nei panni di una madre separata per cinquant’anni dal proprio figlio.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale