Il corto di Gino Caron in finaleal Piemonte Movie gLocal
Cultura e Spettacoli

Il corto di Gino Caron in finale
al Piemonte Movie gLocal

Il cortometraggio “Le nostre cose importanti” dell’astigiano Gino Caron è arrivato in finale al Piemonte Movie gLocal. 20 minuti, girato per lo più in esterni ad Asti, il film è stato

Il cortometraggio “Le nostre cose importanti” dell’astigiano Gino Caron è arrivato in finale al Piemonte Movie gLocal. 20 minuti, girato per lo più in esterni ad Asti, il film è stato selezionato tra i migliori trenta corti del festival. «Non abbiamo vinto, ma è stato un piacere sentire che il proprio impegno viene apprezzato, in un momento avaro di certezze. E vederlo proiettato in un cinema fa un certo effetto», commenta il regista 26enne. La storia giaceva in un cassetto dal 2012, anno del precedente lavoro di Caron, “Luigi è comunista”.

«L’ho riscritto più volte – racconta – sono rimasti uguali solo i personaggi su cui ruota la vicenda. Nel frattempo intorno a loro è cambiata la realtà, e i tre protagonisti sono finiti a porsi domande sul proprio futuro.» Giulia Masoero, Matteo Bisaccia e lo stesso Gino Caron nel film si chiedono se finire l’università, meditano di trasferirsi all’estero, mentre i rapporti tra loro cambiano con l’approssimarsi dei trent’anni. «E’ una produzione piccolissima, ma stilisticamente è il più maturo dei corti che ho girato finora. Abbiamo dedicato molta cura alle fasi di montaggio e post produzione.»

Ad affiancare Caron Filippo Vallegra, che si è occupato di riprese, fotografia e montaggio, e Matteo Bisaccia, protagonista e curatore dei suoni. «Ora ho già in mente un’altra storia – confida il giovane regista – e vorrei che avesse un altro tono, più leggero.» Disponibile su richiesta in Dvd (email caron.gino@yahoo.it), “Le nostre cose importanti” potrebbe essere presto pubblicato sulla piattaforma online Vimeo, insieme ad altri cortometraggi astigiani.

e.p.r.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo