Il progetto "Educazione alla legalità economica" sbarca all'istituto "V.Alfieri"
Cultura e Spettacoli

Il progetto "Educazione alla legalità economica" sbarca all'istituto "V.Alfieri"

Nella mattinata di mercoledì scorso, l’istituto d’istruzione superiore “Vittorio Alfieri” ha ospitato personale della Guardia di Finanza astigiana impegnato nell’ambito del progetto

Nella mattinata di mercoledì scorso, l’istituto d’istruzione superiore “Vittorio Alfieri” ha ospitato personale della Guardia di Finanza astigiana impegnato nell’ambito del progetto “Educazione alla Legalità Economica”, conseguente al protocollo d’intesa stipulato tra il Corpo ed il Ministero dell’Istruzione.

Il Comandante provinciale – Col. Antonio Borgia -, il Lgt. Franco Chezzi ed il M.o. Anna Giacchino hanno intrattenuto 40 frequentatori delle classi quarte del Liceo Classico, utilizzando un format multimediale predisposto da un apposito gruppo di lavoro composto da funzionari del M.I.U.R. ed ufficiali del Comando generale. Al centro dell’incontro l’attività svolta dal Corpo a contrasto degli illeciti fiscali, delle falsificazioni, della contraffazione, delle violazioni dei diritti d’autore, dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti nonché, a richiesta degli insegnanti, l’impegno delle Fiamme Gialle nel settore del gioco d’azzardo.

Nell’occasione, è stata richiamata l’attenzione sul concorso “Insieme per la legalità”, che mira a sensibilizzare i ragazzi sul valore civile ed educativo dei temi affrontati, favorendo l’espressione libera, creativa e spontanea sugli argomenti trattati. La partecipazione al concorso è aperta a tutti gli studenti degli istituti scolastici primari e secondari di primo e secondo grado. Ogni studente partecipante dovrà sviluppare, a scelta, un elaborato tra quelli delle 3 sezioni creative indicate (grafica, audio-video e fotografica) entro il 30 aprile.
Prima di andar via, i finanzieri hanno risposto alle domande poste dagli studenti e posato per la consueta foto ricordo collettiva.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo