In alto i calici, “A bacca bianca” celebra i vini piemontesi
Cultura e Spettacoli

In alto i calici, “A bacca bianca” celebra i vini piemontesi

Cinquanta bianchi piemontesi, le loro storie, il racconto di chi li produce. Domenica nel centro storico esordisce “A bacca bianca”

Cinquanta bianchi piemontesi, le loro storie, il racconto di chi li produce. Domenica nel centro storico esordisce “A bacca bianca”, evento che tra degustazioni e laboratori permetterà di avvicinarsi a cinquanta etichette della nostra regione. L’evento è organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier del Piemonte, a cura dalla delegazione di Asti, con il patrocinio del Comune di Asti.

«Intento della manifestazione – spiega Paolo Poncino, delegato Ais Asti – è far conoscere questo importante patrimonio enologico e sfatare il mito che identifica il Piemonte con la produzione di ottimi vini rossi trascurando gli eccellenti vini bianchi.» Saranno coinvolti produttori dell’Alto Monferrato e dell’Astigiano, di Gavi, dei Colli Tortonesi, del Roero, delle Langhe e dell’Alto Piemonte. Il viaggio tra i vini bianchi inizia in piazza Statuto, ai piedi della Torre Guttuari, qui verrà distribuito il calice (15 euro) che verrà subito riempito con Moscato Spumante Brut di accoglienza.

Le degustazioni si terranno dalle 16.30 alle 20.30 a Palazzo Gazzelli, ad accompagnare i vini ci saranno formaggi e salumi del territorio. Per chi invece preferisce un approfondimento specifico, dalle 16 alle 17.30 a Palazzo Civico è in programma il laboratorio con degustazione di vini di annate storiche guidato dal presidente regionale Ais Fabio Gallo e dal responsabile nazionale della formazione Ais Mauro Carosso.

Un’opportunità per conoscere le differenze tra i principali vini piemontesi attraverso assaggi comparati dei più significativi bianchi regionali. Il costo è di 45 euro e i posti sono limitati, informazioni al 339 7339813. Alle 18.30, sempre a Palazzo Gazzelli, arrivano Le storie di vino, vita e lavoro raccontate dai produttori, introdotti dal giornalista Stefano Labate, sommelier della delegazione di Asti e autore del podcast wineinternetmarketing.it.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo