Perniola Angì
Cultura e Spettacoli
Narrativa

In libreria “Voto più voto”, ultimo romanzo di Angì Perniola

L’autrice: “La vicenda è ambientata nel mondo della scuola, ma il clima di sottofondo è inserito in un discorso più ampio, quello della difficile accettazione del sé”

Si intitola “Voto più voto – Ovvero l’evoluzione della scuola” il nuovo romanzo di Angì Perniola.
Docente di Lettere all’istituto Giobert fino al 2009, è capo redattore della rivista di studi culturali ed estetica “Ágalma”, diretta e fondata dal fratello Mario, stimato docente universitario all’università Tor Vergata di Roma, mancato nel 2018.
Uscito la scorsa settimana, il libro è stato pubblicato dalla casa editrice Mimesis, la stessa che pubblica la rivista, nella collana “La vita di Sophia”, dedicata alla narrativa filosofica.

La storia

«La vicenda – spiega l’autrice, al suo quarto romanzo – è ambientata nel mondo della scuola, che io ho conosciuto molto bene, ma il clima di sottofondo è inserito in un discorso più ampio, quello della difficile accettazione del sé, del rapporto insicuro, incerto e fallace con se stessi. Una condizione che caratterizza la protagonista. Un’insegnante, ma prima di tutto una donna perennemente insoddisfatta fin dall’infanzia. La quale accetta di intraprendere l’insegnamento solo per spirito di rivalsa nei confronti delle sue umili origini».
«Una scontentezza, la sua, che non può essere colmata. Sempre nuovi obiettivi irraggiungibili turbano la sua vita, nella continua ricerca di sfide impervie in cui le è quasi impossibile non uscire sconfitta».
«La sconfitta – continua – genera frustrazione e il confronto con chi è più fortunato determina solo invidia e rancore. Fino a provocare un forte desiderio di vendetta. Tutti tratti che, ovviamente, hanno effetti negativi anche nel suo ruolo di insegnante».
La figura della protagonista è nata dal mischiarsi di flash, ricordi, esperienze e conoscenze maturante dall’autrice negli anni dell’insegnamento, ma non si identifica “in toto” con alcuna persona conosciuta.

L’excursus sull’educazione

«Il ritratto della protagonista – evidenzia – richiede di dare uno sguardo al concetto storico dell’insegnamento, di paideia nel corso dei secoli, soprattutto in riferimento all’epoca classica. Ho quindi inserito alcune pagine, all’inizio del libro, per affrontare un breve excursus sul modo in cui il tema dell’educazione è stato affrontato nel passato, dai tempi dei Greci e dei Romani ai giorni nostri».
Il libro (194 pagine, 14 euro) è acquistabile in libreria e su internet (dal sito dell’editore ad Amazon, cui si aggiungerà prossimamente la possibilità di comprarlo in versione kindle).

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail